Review Assiamedica Panno Micropeeling e Dischetti struccanti.

Come probabilmente sapete già se mi leggete da un po’ io uso sempre la microfibra per stuccarmi e spesso anche per detergere il viso al mattino. Ho sempre usato un normale panno di microfibra e mi sono trovata molto bene.
generalmente non la uso da sola ma in abbinamento a uno struccante fluido o in crema, come quello di Fitocose alla mandorla oppure il Cleanse & Polish di Liz Earle (fantastico struccante!). Prima spalmo sul viso lo struccante e sciolgo il trucco e poi lo rimuovo con la microfibra inumidita in acqua tiepida/calda, proprio come si fa classicamente con il C&P di Liz Earle e il panno di mussola.

Come avrò già detto più volte e scritto anche nella Presentazione, sono assolutamente convinta che con l’utilizzo del panno in microfibra e dei prodotti eco-bio la mia pelle sia migliorata tantissimo. Ho ridotto moltissimo i punti neri su naso e mento e moltissime delle imperfezioni che imputavo ai miei ormoni e che invece probabilmente erano dovute all’utilizzo di prodotti sbagliati.

E’ quindi con piacere che oggi vi parlo di una microfibra molto particolare poichè testata clinicamente e studiata appositamente per l’utilizzo sulla pelle di viso e corpo da Assiamedica, azienda italiana, leader mondiale nella ricerca e nella produzione di tessuti concepiti per trattamenti cutanei.

In particolare vi parlo di due prodotti, i Dischetti Struccanti vinti al Giveaway di Ecobiopinioni ed il Panno per il Micropeeling che l’azienda mi ha gentilmente inviato.

Vediamone subito le descrizioni di questi prodotti e quinidi vi racconterò la mia esperienza.

Panno microdermoabrasivo in tecnofibre : La pelle sana sostituisce ogni giorno circa 5 miliardi di cellule morte con altrettante cellule nuove. Il processo di esfoliazione della pelle è continuo. Nel bambino la pelle si rinnova ogni 18 giorni, nell’ adulto tale processo avviene in 30 giorni, 90 giorni in alcuni casi. E’ il passare degli anni a mettere in crisi il meccanismo del ricambio cellulare per cui la pelle dell’ adulto appare spenta, disidratata, giallognola o grigiastra. La microdermoabrasione effettuata con il Panno Micropeeling Assiamedica leviga la pelle asportando le cellule non più vitali, promuovendo, così, la produzione di cellule nuove, la circolazione sanguigna e linfatica, l’ossigenazione della cute. La pelle apparirà fresca, elastica, luminosa e liscia, grazie ai fenomeni naturali di biostimolazione e bioristrutturazione. La microdermoabrasione è, pertanto, un’ eccellente tecnica per contrastare, in modo naturale, smagliature, acne, invecchiamento cutaneo, rughe, seborrea, macchie (ipercromie cutanee), imperfezioni e punti neri, che sono il risultato del rallentamento del ricambio cellulare. La microdermoabrasione non è assolutamente una tecnica invasiva o dolorosa.
L’ efficacia del trattamento è ampiamente comprovata da numerosi studi clinici, particolarmente rilevanti quelli effettuati dall’ Università tedesca di Bochum (Clinic for Dermatology and Allergiology – Ruhr-Universitat).
Il Panno Micropeeling Assiamedica è indicato per la pulizia quotidiana della pelle ed è compatibile con tutti i trattamenti abituali del viso e del corpo.  

Dischetti Struccanti Assiamedica : I Dischetti Struccanti sono in tecnofibre, ad azione delicatamente levigante sulla pelle. Rimuovono il trucco rapidissimamente, rinfrescando il contorno occhi e senza l’ utilizzo di costosi e, talvolta poco tollerati, detergenti e salviettine, grazie alle ultramicrofibre che inumidite di sola acqua, agiscono come potenti magneti sulle particelle di qualsiasi trucco adoperato.
Compatibili dermatologicamente e oftalmologicamente, i Dischetti Struccanti Assiamedica , diventano prodotti irrinunciabili, anche per chi ha la pelle palpebrale delicatissima ed ha sempre avuto difficoltà per struccare gli occhi. Con caratteristiche altamente superiori rispetto ad analoghi prodotti, i Dischetti Struccanti Assiamedica fanno sì che l’acquisto sia ampiamente ripagato dal risparmio economico della spesa dei detergenti. 

Indicazioni di utilizzo:

Massaggiare le parti interessate con il panno umido ben strizzato per 1-2 minuti, effettuando delicati movimenti circolari, una o due volte al giorno. Sciacquare poi abbondantemente con acqua le zone cutanee trattate. La struttura delle microfibre è realizzata con la moderna nanotecnologia dei polimeri. Tale struttura fisica consente al panno di aumentare enormemente la superficie di contatto attiva e di asportare, come un potente magnete ad altissima efficienza, cellule morte cutanee e tutte le impurità che insidiano la salute della pelle.
L’uso dei Dischetti Struccanti Assiamedica è altrettanto semplice: basta passare il dischetto inumidito dall’alto verso il basso, tenendo gli occhi chiusi.
Rimuovono anche il trucco waterproof!
I Dischetti Struccanti ed il Panno Assiamedica vanno lavati con la classica saponetta o in lavatrice, senza mai utilizzare ammorbidenti e candeggina. Osservando tali indicazioni i Dischetti Struccanti Assiamedica saranno utilizzabili per molto tempo: un’ ulteriore forma di risparmio e di rispetto per l’ ambiente. 

 

Ed ecco finalmente le mie considerazioni. Inizialmente ho utilizzati questi prodotti come descritto qui sopra per testarne l’efficacia.
Per quanto riguarda i dischetti struccanti ho provato a struccare ogni tipo di trucco sia su occhi che sulle labbra, che sul viso. Consiglio l’utilizzo di almeno un dischetto per ogni occhio perchè si sporcano parecchio con il mascara, matite/eyeliners e ombretti scuri.
Essenzialmente credo che siano ottimi per struccare fondo, correttore, blush,  rossetti e ombretti tradizionali o pigmenti minerali.
Il problema si pone con  il makeup un po’ più resistente come mascara un po’ più pigmentati (io non uso mascara waterproof) o prodotti particolari anche se chiari come i MAC Paintpot (es. Vintage Selection) oppure prodotti waterproof come Aqua Cream o la matita labbra Rimmel che ho recensito qualche tempo fa.
In questi casi preferisco aiutare la microfibra sciogliendo prima il trucco con uno struccante a base oleosa (come quelli già citati o con un bifasico, anche Home-made) perchè altrimenti lo struccaggio richiederebbe troppo sfregamento e odio sfregare troppo gli occhi o le labbra.
Premetto che per me sfregare troppo significa è passare più di 5/6 volte sulla stessa zona, anche se con  un panno morbido come questo. Quindi se dopo 7 passate non riesco a togliere completamente il mascara, la matita labbra, i glitterini del paintpot oppure rimangono tracce di Aqua Cream per me non ha funzionato.Negli ultimi anni ho trovato che il mix perfetto sia microfibra con struccante in crema. Poche passate e poca frizione per una pulizia profonda e perfetta. Questi dischetti sono morbidissimi e aderiscono alla pelle meglio di una normale microfibra portando via trucco e latte detergente perfettamente e rendendo l’operazione ancora più veloce.
Ovviamente per chi ha problemi di allergie agli struccanti e non riesce a trovare nulla che possa soddisfarla, lo sfregamento può sicuramente passare in secondo piano ed allora questo prodotto può essere un ottimo alleato.Subito dopo i dischetti, per struccare e detergere il viso utilizzo il Panno Micropeeling, prima per asportare il trucco e quindi, dopo averlo opportunamente lavato, per il massaggio.

Il massaggio è piacevole e non è affatto aggressivo, anche se dopo il trattamento la mia pelle rimane leggermente arrossata. L’arrossamento non dura a lungo ed è solo segno di una stimolazione della circolazione sanguigna dell’epidermide del viso.
Solitamente effettuo il massaggio per un minuto circa, poi risciacquo, asciugo, passo il tonico e applico la crema notte.Non sempre ho tempo e voglia di fare il massaggio, specialmente se è tardi. Così magari passa qualche giorno senza che io lo faccio e quando invece decido di regalarmi questo piccolo trattamento di bellezza ho la netta impressione che la mia crema notte abbia un effetto  migliore sulla pelle e che venga idratata più in profondità. Il mattino seguente infatti la pelle appare più luminosa e la sento più morbida.Solitamente lavo i miei dischetti ed il panno subito dopo l’utilizzo con una saponetta di quelle fatte da me e li lascio asciugare all’aria. Se rimangono macchiati è comunque possibile lavarli in lavatrice anche ad alte temperature, senza ammorbidente o candeggina, ma a me non è ancora successo.

Sicuramente l’utilizzo di questo prodotto riduce la quantità di struccante e la quantità di dischetti di cotone utilizzati e conseguentemente la quantità di rifiuti creati e l’impatto sull’ambiente di questi, ma per affermare che l’utilizzo di questo prodotto abbia un impatto ambientale minore dei nostri attuali metodi di struccaggio bisognerebbe analizzare completamente il ciclo di vita di ciò che utilizziamo e confrontarlo con il ciclo di vita di questi prodotti. Dalle materie prime con cui  viene prodotto, i macchinari, il packaging e la distribuzione, oltre che ovviamente a come lo usiamo noi e a quanta acqua (magari calda) utilizziamo per lavarlo ogni giorno.
Come capirete la cosa non è affatto semplice, quindi mi riservo di non sbilanciarmi su questo argomento per mancanza di informazioni in merito.
Sicuramente rispetto a struccarsi con chili di latte detergente in bottiglie di plastica ed usare quintali di cotone è un passo avanti.

In conclusione credo che siano prodotti davvero soddisfacenti e dopo un mese di utilizzo sono ancora morbidissimi e promettono di poter essere utilizzati per molto tempo ancora.
Questi prodotti infatti sono garantiti per almeno 100 lavaggi (più di tre mesi utilizzandolo una volta al giorno)
Ecco un Close Up della microfibra dei dischetti in tutta la sua morbidezza.

Tra i due tipi di prodotti però preferisco il panno che posso utilzzare su tutto il viso e lavare in una sola volta.

Considero che il prezzo sia un pochino elevato anche se capisco che la ricerca e la tecnologia che sta dietro a questo prodotto siano comunque un Plus assolutamente indiscutibile.
Inoltre, una volta finita la loro vita come panno per la pulizia della cute, questi prodotti possono essere destinati ad altri utilizzi, dalla pulizia di prodotti in pelle come borse e divani, scarpe e giacche in pelle alla pulizia della casa poiché in grado di rimuovere sporco e grasso dalla maggior parte delle superfici.

E’ possibile acquistare i prodotti Assamedica direttamente dal sito www.assiamedica.com con spedizione gratuita ma è possibile trovarli anche presso le Farmacie Private e Comunali, Parafarmacie, Sanitarie, Centri di Estetica, Centri di Benessere.

In  breve:

Panno Micropeeling
  • Prodotto: 
  • Pro: morbidezza, efficacia
  • Contro: –
  • Lo ricomprerei? Sì
  • Lo consiglio: Sì.
  • Prezzo: 25,20€
  • Contento: 1 panno (circa 30cmX25cm)

Dischetti Struccanti

  • Prodotto: 
  • Pro: Maneggevolezza, morbidezza.
  • Contro: Non struccano alla perfezione utilizzati da soli. Scomodi da lavare a mano perchè piccolini.
  • Lo ricomprerei? Sì
  • Lo consiglio: Sì. 
  • Prezzo: 18,20€
  • Contento: 6 dischetti

 

 

E voi come vi struccate?
Avete già i vostri alleati di fiducia?
Vi ispira questo prodotto?

Disclaimer: Questo prodotto mi è stato inviato a scopo valutativo. Ringrazio l'azienda per questa opportunità.
 Nessuna condizione è stata posta per l'invio dei prodotti e la recensione rispecchia il mio reale giudizio.

30 thoughts on “Review Assiamedica Panno Micropeeling e Dischetti struccanti.”

  1. Lucia says:

    Bellissima recensione!! Avevo già letto il post di Federica ed ero rimasta molto colpita dai dischetti!! Certo il prezzo risulta abbastanza alto ma per la quantità enorme di dischetti di cotone che utilizzo io sicuramente ne vale la pena!!
    Il mio unico dubbio riguarda l'uso di latte detergente o struccante, li applichi sui dischetti assiamedica? anche lo struccante bifasico fai da te? lo uso pure io per il make-up pesante..
    Sto valutando se acquistare anche il panno.. non ne ho mai utilizzato uno.. non è la stessa cosa se fai tutto con i dischetti vero?
    scusa se ti tartasso di domande ma sono molto molto interessata!! 🙂

  2. Manuki says:

    @Lucia: Oh mi ero dimenticata di scrivere questo particolare. Lo agguingo anche nel post! Prima spalmo sul viso lo struccante e sciolgo il trucco e poi lo rimuovo con la microfibra inumidita con acqua tiepida/calda, proprio come si fa classicamente con il C&P di Liz Earle.
    Del bifasico vuoi la ricetta? Ho messo metà oleolito di calendula fatto da me in olio di vinaccioli e metà infuso di calendula. Qualche goccia di conservante nell'infuso e qualche goccia di antiossidante nell'olio. Non è a livello di quelli industriali (ho comprato qualche volta quello di sephora) ma mi accontento perchè lo uso raramente solo per le cose waterproof. Per il resto un buono struccante e la microfibra bastano.
    Ho provato anche a struccare tutto il viso con i dischetti ma non mi ci trovo comoda anche perchè sono abituata con un panno più grande, ma se tu lo fai solitamente con i dischetti di cotone dovresti trovarti bene anche con questi.
    Non farti problemi per le domande!

  3. Hermosa says:

    Questo prodotto mi interessa davvero tanto. Per cui ti tempesto di domande: è caro,ma mi pare di capire che dura a lungo…a lungo quanto: due/tre mesi o ancora di più?
    Io normalmente uso solo i dischetti, poi mi lavo con il sapone di Aleppo ..è a questo punto che dovrei inserire il panno, giusto? 🙂

  4. Manuki says:

    @Hermosa: Quanto esattamente non c'è scritto e non te lo so ancora dire. Al momento ha un mese e mezzo il mio. Con altri panni ho notato che dopo 3/4mesi diventano più duri e sono un po' più aggressivi soprattutto sugli occhi ma non so se la stessa cosa vale anche per questo. Un'idea che ti posso dare è tagliarlo in due fare (o far fare) un orlo di chiusura per non far sfrangiare la spugna e avrai due panni un po' più piccoli.
    Comunque provo a fare questa domanda ad Assiamedica e poi edito il post con la risposta oltre che postarla tra i commenti.
    Quando dici che usi i dischetti intendi questi di assiamedica o di cotone? Io comunque userei il panno prima del sapone per asportare tutto per bene e poi se ne senti ancora la necessità sapone e risciacquo, ma è solo un suggerimento non credo vi sia un vero e proprio procedimento.

  5. Manuki says:

    @Hermosa: Rapidissima la risposta, ho anche editato il post: questi prodotti sono garantiti per almeno 100 lavaggi (più di tre mesi utilizzandolo una volta al giorno), dopo i quali può essere destinato ad altri utilizzi, dalla pulizia di prodotti in pelle come borse e divani, scarpe e giacche in pelle alla pulizia della casa.

  6. Federica ECOBIOPINIONI says:

    Manu sono felice che i dischetti ti abbiano soddisfatta! Per la rimozione del trucco occhi, la penso come te (preferisco struccarli con il latte bioearth e dopo passarne uno che elimini ogni possibile traccia di make-up).
    Anche la mia pelle è visibilmente migliorata da quando li utilizzo e non ne potrei fare più a meno.
    Bella recensione. Ciao

  7. Lucia says:

    Ho capito, perfetto!! Non mi rimane che provare! ^^ Grazie per la ricetta, me la segno anche se ancora non sono molto pratica di queste cose. Lo struccante che mi sono fatta io (acqua distillata, Olys, olio di ricino, olio di jojoba) è una modifica a quello di Carlitadolce..

  8. Manuki says:

    @Federica: Grazie a te per avermi fatto conoscere questi prodotti!

    @Lucia: Proverò anche io la tua… se ne fai poco puoi anche evitare conservanti e antiossidanti, ovviamente ma quando c'è un infuso è meglio metterli perchè i batteri proliferano in fretta!

  9. Dani says:

    E' da un pò che vorrei provarli, ma il loro prezzo un pò altino mi ha sempre frenato nell'acquisto… però se sono di qualità e funzionano dovrò decidermi mi sa!

  10. Hermosa says:

    Manuki: GRAZIE. Parlando di dischetti mi riferivo a prendere quelli al posto del panno. Peró è vero che tagliandolo in due avrei 200 lavaggi…mumble rumble…quasi quasi…

  11. RamblinRose says:

    Uh, interessante, non conoscevo questo tipo di prodotti. Grazie per la review! 🙂

  12. LaDamaBianca says:

    Bellissimo e utile questo post!
    Mi ha fatto venir voglia di provare il panno di microfibra…

  13. sabrys says:

    ottima review ^^ Proverei volentieri il panno micropeeling!Io di solito mi strucco con i dischetti imbevuti di struccante,ultimente però sto finendo anche un detergente di Restylane e con quello uso una spugnetta umida 🙂

  14. purple flowers says:

    ciao…. veramente bello e dettagliato questo post!!!! non conoscevo questi prodotti, ma da come li hai descritti sembrano essere di ottima qualità!!! per questo sono una tua fallower se ti va di ricambiare lascia un commento al mio give away!!!! luisanavinci.blogspot.com(moda e fotografia) ho anche una pagina fb http://www.facebook.com/profile.php?id=1483400919&ref=tn_tnmn#!/pages/PURPLE-FLOWERS/103111043140646 un bacione 😉

  15. chic inside says:

    Sto scrivendo una recensione su un panno in microfibra ma decisamente più economico e meno "studiato" di questi! Lo sto usando da più di un mese e mi piace molto ma mi chiedevo anch'io come Hermosa quanto possano durare in effetti.
    Hai trovato una visibile differenza nell'utilizzo di questi ultimi rispetto ai precedenti (che se non ricordo male acquistavi al supermercato)?

  16. Entrophia | Behind green eyes says:

    Bellissima recensione. Credo che per la pelle del viso valga davvero la pena provarlo. Lo acquisterò e ti farò sapere. Inoltre ho trovato interessantissimo il post sulla creazione dei saponi. Ho provato anche io qualche mese fa dopo la visione di un video tutorial in rete. Risultato? Una schifezza! 😀
    Ma ero già venuta qualche volta sul mio blog? Io e te ci siamo aggiunte nelle cerchie di Google+ ma credo mi ricorderei di un blog così professionale e utile! O perdo colpi? mmm
    In ogni caso, mi sono aggiunta ai tuoi followers e ho aggiunto il tuo blog ai miei preferiti.
    Entrophia | Behind green eyes

  17. Manuki says:

    @chich inside:
    Ricordi bene, li avevo acquistati in uno di quesi negozi che vendono solo cose per la pulizia della casa.
    Questo panno in confronto è molto più morbido ed ha un filato a quanto pare (da quello che mi hanno detto) molto più sottile che quindi va a pulire meglio. Quest'ultima cosa non la posso confermare perchè non ho modo di misurare il filato ma mi sembra che questa microfibra strucchi più in fretta di quella che ho sempre usato (una volta sciolto il trucco). Sicuramente poi queste sono state studiate apposta per l'uso sulla pelle, mentre quelle per la pulizia sono "generiche". Una volta io con un'impurità di quelle del supermercato mi sono fatta un taglio sotto l'occhio, infatti da allora le controllo sempre bene prima di usarle.
    In generale comunque da quello che ho capito dopo 3/4 mesi si induriscono troppo per utilizzarle sul viso.

    @Enthropia: Sono contenta che ti abbia ispirato questo prodotto! Ci tengo ad avere il tuo parere.
    E mi raccomando se avrai dubbi sul sapone quando riproverai scrivimi pure una e-mail, sarò contenta di aiutarti!
    Il tuo avatar non mi sembra nuovo, ma la mia memoria è pessima quindi non so dirti se sei già passata… cmq sono contenta che ti piaccia il blog!
    A presto, allora!

  18. progetto donna says:

    wow! sembra un prodotto interessantissimo! il problema è che io ho la pelle troppo sensibile, e mi fa paura usare cose aggressive…

  19. Manuki says:

    @progetto donna: questo prodotto non è assolutamente aggressivo. E' morbidissimo e strucca anche senza detergenti quindi è indicato proprio per pelli come la tua.

  20. Hermosa says:

    Per prima cosa, venendo a rileggere questo post ho guardato anche la tua presentazione e il video che hai postato: che belli che siete e che bel video!!!

    Poi, tornando al panno: io ne ho appena trovato uno 100% microfibra che è appunto uno di quelli per pulire in casa. La fibra mi pare abbastanza sottile e moribida…tu avevi usato una cosa del genere la prima volta??

  21. Manuki says:

    @Hermosa: Sì esatto. Ma stai attente che una volta c'erano delle impurità e mi sono graffiata. lavalo bene e sentilo prima con le dita!

  22. Hermosa says:

    Grazie mille: costava così poco che nel dubbio l'ho preso comunque. Questo fine settimana lo provo. Se mi ci trovo bene magari poi faccio il grande salto e ne compro uno serio. Grazie ancora.

  23. Silvia says:

    Ho letto la tua recensione dei dischetti in microfibra perchè li hai nominto nel tuo post di oggi e ne ero incuriosita. Non sapevo l'esistenza nè dei dischetti nè del panno e penso proprio che li proverò (almeno il panno). Grazie per avermi fatti conoscere!

    1. Manuki says:

      Mi fa molto piacere averti incuriosita.

  24. Scremata says:

    io da pochissimo ho preso il panno della longema…praticamente la diretta concorrente di assiamedica,è un pò presto per farmi un'idea precisa ma per adesso mi trovo bene,il trucco bio lo tolgono in 5 secondi netti!

  25. Very says:

    ciao volevo chiederti se dovessi fare una scelta (per scarsa disponibilità economica) cosa mi consiglieresti? dischetti o panno? grazie =)

    1. Manuki says:

      io mi trovo meglio con il panno. che puoi anche tagliare in 2 o 4 a patto di fare un orlo. credo che alla lunga sia più facile da lavare e maneggiare

    2. Very says:

      ok grazie mille =)

    3. Manuki says:

      recentemente ho trovato anche questo sito dal quale ho preso delle materie prime per il sapone che vende anche panni in microfibra di cui anche uno piccolo per viso
      http://www.percarbonatodisodio.it/index_file/Page805.htm
      non l'ho provato ma mi sono trovata bene con il venditore
      per ordinare si manda una mail come scritto in fondo a questa pagina
      http://www.percarbonatodisodio.it/index_file/Page596.htm

    4. Verya says:

      ok ci do un'occhiata 😀

I vostri commenti...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.