Casa Ecologica: Carta Aromatica d’Eritrea ®

Ho scoperto questo prodotto per caso in erboristeria qualche tempo fa ed ho pensato che potesse aiutarmi con un problema che forse anche molti di voi possono avere se hanno un angolo cottura o comunque un ambiente unico cucina soggiorno, ossia gli odori di cucinato.
Ovviamente dipende molto da cosa si cucina ma a volte fare il pollo alla piastra o il pesce può lasciare odore anche per un’intera giornata, specialmente se non si possono lasciare aperte le finestre durante il giorno quando si va al lavoro… in più fare la colazione con l’odore di salmone ancora nell’aere non è proprio il massimo.

Per chi non la ricordasse, prendo una foto da un post antichissimo e vi mostro la mia cucina… Ho fatto la foto dalla zona “soggiorno”.
Ho mio malgrado dovuto cambiare il frigorifero perchè quello che avevo dipinto io ha tirato le cuoia!

Ho provato i deodoranti tradizionali dall’Oust, agli incensi, ed anche quelli di nuova generazione che spruzzano da soli. Ma ognuno ha più contro che pro. Gli spray hanno gas all’interno e comunque poi ce li respiriamo tutti. Gli incensi sono ottimi ma non molto efficaci contro gli odori. I deodoranti automatici mi danno fastidio alle narici, forse per le profumazioni sintetiche.

Leggendo l’etichetta della Carta Aromatica d’Eritrea ® ho pensato di provarne l’efficacia principalmente su questo problema.
Vi lascio qualche informazione presa dal sito:

La Carta Aromatica d’Eritrea ® è stata creata nel 1927 dal Dott. Vittoriano Casanova, farmacista in Piacenza, che dopo oltre tre anni di ricerca realizza una Carta Aromatica Officinale che tramite fumigazioni, potesse arrecare beneficio nel trattamento dell’asma bronchiale, oltre a profumare gli ambienti: all’epoca l’uso terapeutico delle fumigazioni era ampiamente utilizzato e numerose miscele per incensi e Carte Officinali figuravano nelle farmacopee Ufficiali di alcuni Paesi Nord Europei.
La Carta Aromatica d’Eritrea ® viene realizzata da allora con la medesima formulazione, composta da un mix di oltre 30 fra oli essenziali naturali, la maggioranza dei quali di origine Africana ed Asiatica, muschi e resine. Queste ultime ancora oggi vengono polverizzate a mano nel mortaio e lasciate per settimane in infusione in alcool puro.
Con il miscuglio finale viene imbevuta per adsorbimento la carta bibula composta da cellulosa pura, e dopo l’asciugatura viene tagliata e fustellata per realizzare i classici “libretti”.
Il profumo straordinario della Carta Aromatica d’Eritrea ®, sprigionato dalla combustione dei listelli, migliora l’ossigenazione dell’aria ed agevola la respirazione, contribuendo alla salvaguardia dello strato di Ozono, costantemente aggredito da prodotti di tipo chimico. Non si utilizzano coloranti artificiali, né fragranze ricostruite in laboratorio.



Sul sito si trova anche un Certificato di Atossicità  che mi ha ulteriormente rincuorata su questo prodotto.
La cartina si utilizza come un incenso ma brucia molto più velocemente. Io solitamente la accartoccio un po su un angolo per inserirla nel porta incenso e avvicino la fiamma ad un angolo. In poco più di un minuto sfrigolando la cartina avrà finito di bruciare. Io le faccio fare un giro della stanza e poi la posiziono sul tavolo.

Devo dire che funziona  piuttosto bene con il mio problema degli odori. Con gli odori della carne alla piastra funziona meglio che con il pesce ma sicuramente aiuta molto ad attenuarli.
Il lato completamente positivo è che ha un buonissimo profumo, molto intenso sia quando brucia che da spenta infatti io le conservo in una bustina di plastica chiusa e comunque riesce a profumare tutto l’armadietto dove le ripongo.

Ha anche un costo assolutamente abbordabile poichè il libretto con 24 foglietti costa circa 4,50€.
Sicuramente lo ricomprerò una volta finito.

Prodotto Ecologico Promosso? Sì!

Voi conoscevate questa Carta Aromatica?
L’avete già provata?
Cosa usate per gli odori della cucina?
A presto!

8 thoughts on “Casa Ecologica: Carta Aromatica d’Eritrea ®”

  1. *°+*°* vé *°*+°* says:

    oh mamma che carina 🙂
    funziona?!

    1. Manuki says:

      Be', sì … in effetti mi sembrava di averlo scritto nell'articolo!? Non era chiaro?

  2. Ery says:

    Molto interessante, io ho la cucina senza porta, in più comunicante con tutta la casa, potrebbe essere una soluzione quando preparo il cavolfiore (buonissimo ma iperpuzzolente)

    1. Manuki says:

      Vero!!! anche il cavolfiore impesta!!!
      Pensa che una volta ho fatto la marmellata di cipolle rosse e siamo stati impregnati dell'odore per settimane! Mai più!

  3. Makeupnonsolo.blogspot says:

    POtrebbe essere la soluzione per la mia futura casa visto che ho la cucina a vista sul salotto…anzi…avrò!

  4. Federica - Ecobiopinioni says:

    Non avevo mai sentito neanche dell'esistenza di questa carta. Manu, sei un pozzo di informazioni! Proverò a cercare anch'io in erboristeria

  5. Alessandra says:

    Questa è sicuramente da provare! Anche per me che ho la cucina divisa dal resto di casa, ma dimentico sempre le porte aperte!! 😉

  6. BaByLux says:

    Che carina *.*
    Dovrei regalare questi foglietti a mia suocera che cucina sempre XD

I vostri commenti...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.