Poinx Experience: Shooting Fotografico

Per la serie di articoli dedicati alle Poinx Experience ho pensato di uscire un po’ dalla mia confort zone e mettermi in gioco. Quale esperienza migliore di uno Shooting Fotografico per una persona che davanti alla macchina fotografica diventa inespressiva come un palo della luce?!
Tra l’altro ho pensato che mi sarebbe anche servito per la mia passione fotografica: provare a stare davanti all’obbiettivo per sapere cosa chiedere ad un’eventuale modella in un mio shooting fotografico.

Ho scelto quindi il Deal che mi sembrava più adatto anche grazie all tool di geolocalizzazione dei deal che Poinx mette a disposizione per scegliere quelli più vicini a te: SHOOTING FOTOGRAFICO PROFESSIONALE con Foto book digitale + 3 Stampe + Trucco e Parrucco a 49 Euro.

Per questo appuntamento sono stata chiamata dal fotografo perchè dopo una settimana dall’acquisto non avevo ancora chiamato io per stabilire un giorno. La cosa mi ha sorpresa, a dir poco.
Poi ho dovuto rimandare il primo appuntamento per un problema ed il secondo appuntamento è saltato all’ultimo momento perchè ha nevicato a Milano e alcune delle persone coinvolte non riusciva a raggiungere lo studio.
Finalmente il 12 gennaio, sabato scorso, siamo riusciti a organizzarci e devo ammettere è stata una delle giornate più stancanti della mia vita, anche se mi ha dato un bel po’ di soddisfazioni!

Ma cominciamo dall’inizio…
In teoria dovevano essere due mezze giornate ma alla fine è stato fatto tutto in una per semplicità.
L’appuntamento è per le 10 e al mio arrivo trovo due fotografi, più alcuni studenti (quindi in totale almeno 6 fotografi),  una Make Up Artist ed un ragazzo con il quale mi sarei alternata sui set durante la giornata.

Marco Sampietro, fotografo professionista, è la figura di riferimento per questo deal Poinx ed è  lui la persona con cui ho parlato al telefono e per e-mail per prendere accordi per questa giornata.
Insieme a lui, Franco, fotografo per passione e gli studenti di Marco.

L’Easy studio è situato in via Abba 5, Milano in un seminterrato. Diciamo che ho visto di meglio in fatto di studi fotografici, è un po’ incasinato e l’attrezzatura è un po’ vecchiotta ma alla fine è con le persone che devi lavorare non con i luoghi e devo dire che sia Marco che Franco, nonostante abbiano due approcci diversi sia psicologicamente che fotograficamente, sono riusciti a tirare fuori anche da me qualche bello scatto.

Appena scesi in studio abbiamo appoggiato i vestiti sulla rella che ci viene assegnata (e che fa molto Shopping Night!!) e tirato fuori tutto ciò che avevamo portato per la giornata.
Mi era stato indicato via e-mail di portare 8 cambi di vario genere dal casual al vestito da sera con le relative scarpe… diciamo che io ho interpretato un po’ le indicazioni e portato quello che avevo e soprattutto quello con cui mi sarei sentita più a mio agio. Non ho vestiti da sera nel vero senso del termine e comunque di sicuro non sono il mio genere. In retrospettiva ho fatto bene perchè comunque anche loro sconsigliavano la gonna lunga.

Primo impegno della giornata è stato trucco e Parrucco. Qui è intervenuta Cristina, make up artist da 8 anni a a cui è stata data l’indicazione di cominciare con un trucco soft che poi sarebbe stato ritoccato e scurito per altre due volte trasformandosi in un trucco molto importante. Il primo step per i capelli è stato tenerli sciolti. Li avevo appena lavati quindi erano abbastanza definiti ma l’umidità aveva già fatto i suoi danni quindi mi  ha  definito un po’ i ricciolini più indisciplinati con il ferro. Unica cosa che ho portato da casa è stato il fondo tinta HD di MUFE. Per il resto non volevo interferire e ne sono stata contenta perchè Cristina mi ha fatto un bellissimo make up, unico appunto che mi sento di fare al makeup è la delineazione delle labbra con il rossetto più intenso ma c’è da dire che la luce non aiutava.

I primi scatti sono stati fatti con Marco in esterno in giro per la zona di piazza Maciacchini, un freddo che non vi dico… La cosa divertente è stata vedere le macchine rallentare e la gente tutta incuriosita… Un tizio in scooter ha quasi rischiato un incidente!
Ancora non ho ricevuto gli scatti di Marco quindi non posso farvi vedere nulla ma prometto che se siete curiose di vedermi in stile Fashion Blogger Urban ve le mostrerò.

Dopodichè con lo stesso outfit sono passata da Franco, che ha uno stile più Glamour e lavora con i flash. Questo significa che le luci si accendono quando avviene lo scatto e vengono comandati dalla macchina fotografica un po’ come i piccoli flash delle macchine fotografiche ma più potenti e in numero maggiore, il risultato è molta illuminazione e si punta in particolare sulla persona.
Franco mi ha già mandato in visione i provini di tutti gli scatti fatti senza ritocchi e vi inserisco qui un piccolo collage per farvi vedere sia l’imbarazzo iniziale che qualche scatto più serio che invece mi piace molto.

Questi per la serie “Ma chi me l’ha fatto fare!??!?!” … espressioni divertenti e molto naturali.
La prima foto a sinistra in particolare è stata la prima in assoluto sul set con i flash…. traspare tutto il disagio…

Queste invece un po’ più glamour…

 

Tenete conto che in generale quando si scatta con macchine di un certo livello bisogna sempre intervenire con un minimo di post produzione, è un po’ come sviluppare una fotografia e questi provini invece non sono stati ritoccati.
Poi vi farò vedere anche gli scatti scelti e ritoccati, se vi può interessare.

Con Franco ho cambiato quattro outfit diversi con upgrade di trucco e parrucco e poi sono passata sul set di Marco, il quale lavora con luci continue (ossia sempre accese) e che predilige i giochi di ombre dure, sia quelle che il corpo crea su sé stesso che quelle che che il corpo riporta sugli sfondi.

Su questo set  ho cambiato “solo” tre outfit… in realtà ad un certo punto ho detto io basta perchè non ce la facevo più… erano le 19!
Se non avete mai fatto una cosa simile, lasciatevelo dire è un massacro. Non c’è una posa che sia comoda, di fatto sembra che il motto sia “più è scomoda meglio è”… e forse anche complice il freddo del mattino non c’è un muscolo che non mi faccia male!
Come ho già accennato non ho ancora i provini di Marco, ma Fede ha “rubato” con il cellulare un paio di momenti che rendono l’idea e la tipologia di set e Franco ha scattato qualche foto anche con queste luci.
Anche in questo caso se vi interessa vi mostrerò i risultati finali.
Nelle foto di destra vedete Marco che scatta e sotto io che applico le superciglia piumose.

E’ stata una giornata molto divertente, stanchezza a parte, che ripeterei senza indugio.
Il rapporto che si è creato sui set sia con Franco che con Marco e i suoi studenti mi ha aiutata a superare il panico e l’imbarazzo iniziale.

Unici due appunti che posso fare all’organizzazione (e qui scatta l’ingegnere rompiballe che è in me!) sono:

  • sarebbe stato utile specificare un pochino meglio la questione outfit da portare per evitare poi di sentirsi dire “no, i pantaloni non sono adatti”
  • non mi è stato fatto firmare nulla che in qualche modo mi assicurasse che senza la mia autorizzazione questi scatti non sarebbero stati pubblicati in nessun luogo fisico o virtuale o per altri scopi, anche se mi è stato detto a voce.

Se avete l’occasione di approfittare di un Deal simile fatevi sotto!
Il rapporto qualità prezzo è ottimo!
… e soprattutto se pensate che non potreste mai farcela io vi consiglio di mettervi in gioco per scoprire qualcosa di voi che magari non pensavate di avere.

Voi avete mai provato l’esperienza su un set fotografico?
Vi piacerebbe provarla?
Fatemi sapere cosa ne pensate degli scatti e se volete vedere anche i risultati finali!
Alla prossima!

 

28 pensieri su “Poinx Experience: Shooting Fotografico”

I vostri commenti...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.