I dunno… – Konjac Sponge Yellow Clay

Ultimamente mi è venuto in mente di scrivere questa rubrica dedicata a quei prodotti che non riesco a inquadrare o che in qualche modo non colgono la mia attenzione né in positivo, né in negativo.

Quella zona grigia per cui spesso non ho voglia di spendere tempo a scrivere una recensione completa perchè semplicemente non è scattata la scintilla d’amore (e nemmeno quella di odio!)

Sì perchè per scrivere i post e fare le recensioni serve energia. Alcune volte se i prodotti mi vengono inviati la recensione mi sento in dovere di farla anche se il prodotto non mi ha entusiasmata e allora, come sapete, cerco molto obiettivamente di descriverne pregi e difetti…
Ma a volte con le cose che acquisto e che non mi entusiasmano e non fanno scattare la rabbia dell’acquisto sbagliato semplicemente non scrivo nulla.

Come molte sapranno “I dunno” è slang per “I don’t know“, che in questo caso sta per “Non so proprio cosa dirvi di questo prodotto…
Sarà una rubrica saltuaria e sarà composta da review brevi in cui vi racconterò essenzialmente il perchè io e questo prodotto ci siamo indifferenti, senza soffermarmi troppo sugli inci o su swatch perfetti.

Spero che comunque mi darete il vostro parere e come al solito ci siano dei begli scambi di idee nei commenti….
Magari salterà fuori che non l’ho usato bene e posso dargli una seconda chance (così poi mi va a finire nei “Saved by the Bell” mensili!

Fatemi sapere anche cosa ne pensate di questo genere di rubrica… Può essere carina ed interessare una volta ogni tanto?

Oggi voglio cominciare subito parlando della famosa Kojac Sponge. L’ho acquistata da BBCream Italia nella versione con argilla gialla adatta a pelle sensibili.
Prezzo: 6,50€



Descrizione:

Cosa c’è di così speciale nelle spugnette Konjac?Questa spugnetta e’ 100% naturale costituita da un vegetale chiamato “konjac”. Queste spugnette originarie del Giappone vengono prodotte a mano una a una e aiutano a pulire a fondo, esfoliare e idratare la pelle.
E’ più morbida delle spugne di luffa ed è al 100% bio-degradabile. Può essere utilizzata da sola oppure con un qualsiasi detergente/scrub di vostra preferenza.
La struttura di questa spugnetta massaggia delicatamente la pelle e stimola il flusso sanguigno e il ricambio cellulare. Lasciando la pelle estremamente pulita e fresca naturalmente!

  • 100% fibra vegetale naturale
  • 100% Biodegradabile
  • 100% colori naturali
  • morbida e delicata
  • pH neutro
  • pulizia naturale profonda
  • ecofriendly

Come funziona Konjac Sponge yellow Clay?Questa specifica tipologia e’ addizionata di argilla gialla ideale per pelli stanche e sensibili con lentiggini o iperpigmentazione che hanno bisogno di un’aiuto per essere rivitalizzate.
Istruzioni: La spugna verra’ consegnata sigillata all’interno della sua confezione. Mettere a bagno spugna in acqua tiepida fino a che la spugnetta sia diventata morbida ed intrisa d’acqua. Applicare il detergente desiderato (opzionale) sulla spugna umida e massaggiare delicatamente sulla pelle con un movimento circolare. Per pelli sensibili, utilizzare solo acqua spugna umida. Sciacquare spugna più volte con acqua pulita e strizzarla per eliminare l’acqua in eccesso.
Conservare o appendere la spugna in un luogo fresco e ventilato per asciugare all’aria. Si consiglia di sostituire la spugna ogni 2-3 mesi.

I dunno…

L’unica cosa che posso dire è che ho avuto nessun beneficio dall’utilizzo di questa spugna….
E’ di consistenza piacevole e non mi crea assolutamente alcun problema perchè è delicatissima sulla pelle ma oltre a non aver visto miglioramenti sulla pelle non la trovo nemmeno troppo comoda da usare.
Mi spiego meglio: io solitamente utilizzo il panno di The Body Shop o la microfibra per stuccarmi e fino a qualche tempo fa anche per fare la microdermoabrasione (qui trovate una review del panno Assiamedica con i dettagli) e quindi forse questa spugna non ha mostrato benefici perchè già ne avevo tratti a sufficienza dal passaggio alla microfibra.

Ho provato ad usarla al mattino per la pulizia quotidiana, ma il fatto che debba tenerla a bagno a lungo per farla rinvenire non è certo una comodità con la fretta che si ha uscendo di casa.
La sera dopo lo struccaggio con la microfibra mi sembra ridondante.
Ora poi che ho il Clarisonic è stata proprio messa da parte.

Magari proverò a portarla in vacanza… ma la scomodità di doverla reidratare tutte le mattine, soprattutto ora che si secca molto con il caldo, mi scoraggia.

… e così per ora rimane lì appesa e poco utilizzata…

Voi l’avete provata?
come vi siete trovate?
Avete qualche suggerimento per riuscire a utilizzarla al meglio?
Datemi feedback sulla rubrica!
Buon weekend!


28 thoughts on “I dunno… – Konjac Sponge Yellow Clay”

  1. Ariel ~ says:

    Carinissima questa rubrica 😀 Io ho usato la spugna konjac kiko e anche se mi sono trovata bene dopo un po' l'ho accantonata e non so se proverò altre spugnette konjac, come dici tu è scomodo doverle bagnare a lungo per farle riprendere (col caldo che fa qui d'estate poi era un incubo), e a me personalmente duravano pure poco :

    1. Manuki says:

      Grazie Ariel!
      Ok, allora non sono l'unica che si stufa a farla reidratare!! XD

  2. Misato-san says:

    io come sai la amo tantissimo… e trovo la versione originale migliore di quella di Kiko.
    la reidratazione la faccio due volte al giorno perché la uso due volte al giorno minimo… non mi si asciuga mai del tutto neanche con 'sto caldo in verità, però va fatta, resta dura fuori altrimenti.
    Io semplicemente ho preso l'abitudine di riempire al minimo sindacale il lavandino appena entro in bagno. La lascio lì mentre espleto l'altra necessità liquida e la trovo pronta all'uso.
    Non riesco veramente a far senza, sento la differenza in maniera palpabile… però non uso né microfibra né altro.

    L'idea della rubrica mi piace molto… quando faccio preferiti e non del mese mi rendo conto che dentro manca roba che non posso citare perché sta in questa zona grigia (ed è la roba che finirà nel progetto se cercherò di seguire le orme di Dani, mi sa XD)

    1. Manuki says:

      Guarda Misato, sapevo che ti piace tanto e speravo nel tuo commento proprio per carpire i segreti!
      Proverò ad avere la presenza di spirito di anticipare il bagnetto della spugna ma io la mattina sono pareccfio rinco e mi ci devo davvero applicare! XD

    2. Misato-san says:

      ah, la reidratazione falla con acqua calda. è molto più veloce e non so perché mi sembra che venga anche più profonda…

      per me è stata questione di prendere l'abitudine, di solito capisco se mi piace un prodotto anche dal fatto che non mi dimentico di usarlo. Se vado in bagno e l'ho dimenticata (la tengo nella mia stanza perché in bagno non avrei dove appenderla e poi ci fa molto più caldo) torno a prenderla.

  3. Eclisse OttantaTre says:

    carinissima questa rubrica!!! non ho mai provato questo tipo di spugna!!

    1. Manuki says:

      Grazie!!
      Mi sa che non ti ho nemmeno invogliato a farlo!! 😀

  4. Federica ECOBIOPINIONI says:

    Mi piace questa nuova rubrica! E come ti capisco. Anche io mi rendo conto di parlare solamente di ciò che mi è piaciuto di più tralasciando il resto.
    Di konjac ho provato solo la classica, Kiko, e nonostante il fatto che ci si metta qualche secondo in più per idratarla, mi ci trovo bene devo dire.

    1. Manuki says:

      La usi la mattina??
      Fammi sapere! Qualsiasi consiglio serve!

  5. Ery says:

    Bella l'idea di questa rubrica, ma ammetto non conoscevo il significato di I dunno. 🙂
    Certo se anche ti fosse piaciuta la spugnetta con l'arrivo del clarisonic non avrebbe avuto proprio chance temo. 😀

    1. Manuki says:

      Eh… mi sa che hai ragione!!! XD

  6. Paola Molinaro says:

    Anch'io la sto utilizzando da poco, pur avendola acquistata mesi fa, e vedo miglioramenti palpabili da quando mi aiuta nella detersione serale e mattutina…la mia è della green Love e non si asciuga mai dal tutto. Però non utilizzo niente altro ed è probabile come dici tu, che vedo miglioramenti proprio per questo =) A presto =) Paola

    1. Manuki says:

      Sarà per questo sì… cmq mi state motivando per lo meno a riprovare!

  7. LaDama Bianca says:

    Io la Konjac Sponge la amo. La uso da un sacco di tempo e la ricompro sempre.

    1. Manuki says:

      Anche tu Dama fammi sapere se hai qualche accorgimento particolare per usarla!

  8. CalipsoBeauty says:

    Io ho acquistato un mesetto fa quella di Kiko, devo dire che mi sto trovando bene… Rispetto alla mia classica spugna viso è un passo avanti, almeno con questa non mi sento assolutamente il viso irritato. 🙂 La mia riesce ad asciugarsi anche totalmente, ma con un bel bagno nell'acqua calda ritorna morbidosa come prima!

    La rubrica è una bella idea, a pensarci anch'io ho un sacco di prodotti che magari uso anche ma non mi danno la voglia necessaria di mettermi lì ad intavolare un discorso per il blog.

    1. Manuki says:

      Ok, acqua calda… Peroverò!
      Puoi sempre creare una rubrica simile =)
      NOn c'è il copyright! 😀

  9. Antonietta Parabita says:

    Bellissima questa rubrica! Io la spugna così non l'ho mai provata, ma mi attirava da parecchio…considerando poi che non ho nè clarisonic nè il panno in microfibra credo cmq che la comprerò!XD

    1. Manuki says:

      Secondo me può essere un primo step per migliorare le condizioni della pelle senza spedere capitali!

  10. De. says:

    Non l ho mai provata 🙂 baci

  11. Piper C says:

    Poiché non ho mai provato questo tipo di spugna (confesso che non ne ho proprio capito l'utilità/l'utilizzo, sono "dura come le pine verdi"), posso darti solo un feedback sulla rubrica, se può interessarti 😉
    Credo posa essere un'utile occasione di confronto, anche per decidere un a volta per tutte se un prodotto ti piace o meno. E poi così puoi parlare anche di prodotti che altrimenti non troverebbero spazio 🙂

    1. Manuki says:

      Dovrebbe fare un leggero scrub e riattivare la circolazione utilizzata tutti i giorni, con tutti i benefici che ne conseguono.
      Grazie mille per il tuo pensiero sulla rubrica!

  12. gabusiek says:

    Bella idea 😉 Devo provarlo 🙂 Non ho mai provata 🙂

    Sto seguendo il tuo bel blog. Vi invito al mio http://www.gabusiek.blogspot.com e spero che ti piaccia e lo seguirai anche.
    Bacio grande

  13. Svampi says:

    Aaah Manu anche io sono nella tua stessa situazione ç__ç ho comprato mesi fa quella di Kiko e l'ho utilizzata credo per due mesetti. Inizialmente mi ha fatto sperare in meglio, sentivo la pelle più morbida. Poi però a parte questo non è cambiato nulla. Ora utilizzo un'altra spugna (quelle classiche ovali gialle che vendono al supermarket :P) e sinceramente non noto differenze! Anzi, queste si asciugano in un millisecondo, durano molto di più e costano la metà. Ma dev'essere anche perché ho una pelle problematica, i miei pori la Konjac se la mangiano a colazione.

  14. Daniela G. says:

    Mi piace questa rubrica! Anch'io ho diversi prodotti nella zona grigia e fra questi c'è anche la konjac… io uso mattino e sera il dischetto in silicone di sephora. la konjac è morbida e delicata ma non ho avuto alcun beneficio e una volta rotta sono tornata al dischetto in silicone, che sulla mia pelle fa davvero la differenza!

  15. Siboney2046 says:

    Rubrica molto utile, anche io mi trovo talvolta nella tua posizione!
    Questa spugna non ha mai suscitato il mio reale interesse ad essere sincera!

  16. TheMorgana1985 says:

    Non l'ho mai provata ma è un prodotto che francamente non attira molto la mia attenzione. Bella l'idea di questa rubrica dedicati ai prodotti nella zona d'ombra ^_^

  17. Deborah Lazzaro says:

    Ciao! Io uso molto le konjac lady Green e devo dire che mi trovo molto bene http://www.primobio.it/negozio/konjac-sponge-in-5-versioni-per-la-pulizia-del-viso/
    Non le hai mai provate?

I vostri commenti...