Terza Giornata della Bellezza Sostenibile – 3 marzo 2014

Forse non tutti i lettori di questo blog lo sanno, ma il mio lavoro ha parecchio a che fare con la sostenibilità.

Mi occupo di efficienza energetica del sistema edificio impianto… in parole concrete mi occupo di progettare l’isolamento e l’impianto di edifici al fine di massimizzare l’utilizzo dell’energia e minimizzare gli sprechi.
Un’esempio che faccio spesso ai miei clienti è di immaginare la casa come un recipiente in cui il calore sia rappresentato da acqua. Se il recipiente è ermetico quando ci mettete l’acqua questa rimarrà lì, se invece è bucato l’acqua uscirà e per mantenere il livello dovrete continuare ad aggiungerne.
Le nostre case sono quasi tutte dei colabrodo in fatto di efficienza energetica e spesso la gente non se ne rende nemmeno conto.
Purtroppo lo spreco di energia non giova al nostro pianeta perché la maggior parte delle risorse che utilizziamo per produrla non è rinnovabile, quindi questo modus operandi a lungo termine non è sostenibile dal nostro pianeta ed è destinato a fallire.

Ma questo riguarda l’edilizia… cosa c’entra la sostenibilità con la bellezza?
Se vogliamo semplificare si può dire che valgano le stesse considerazioni che ho fatto poco sopra e che avevo già espresso anche in un post di chiacchiere recente.
I prodotti che compriamo hanno tutti quanti un proprio ciclo di vita:  nascono in un processo che prevedere lavoro di persone, oltre che ingredienti che vengono spostati presso il luogo di produzione con mezzi di trasporto. Vengono poi scelti i materiali per il packaging ed anche per questi esistono lavorazioni e diversi tipologie… infine per mettere insieme tutto quanto serve energia (prevalentemente elettrica) per i macchinari….
Ma non è finita qui perchè questo prodotto una volta utilizzato sotto la doccia o struccato dal nostro viso finisce nell’ambiente, così come il packaging del prodotto terminato.
Tutte queste ramificazioni determinano quanto sia sostenibile un prodotto e che impatto abbia sul nostro pianeta.

Per questo è importante che oltre a controllare gli ingredienti di un prodotto si analizzi anche l’azienda che lo produce per capire come si muove su tutti gli altri fronti.
Molte aziende ormai si muovono su diversi fronti: scelgono pannelli fotovoltaici per alimentare i macchinari, packaging riciclabile, ingredienti equo-solidali o a km zero, e iniziative come quelle della Giornata della Bellezza Sostenibile.

Lunedì 3 Marzo, pur essendo giornata di chiusura, i saloni Davines apriranno e offriranno i propri servizi alle clienti in cambio di offerte devolute liberamente. Il ricavato sarà totalmente destinato a progetti di creazione e tutela di una foresta in crescita. 
Si tratta di un’occasione unica per dedicarsi alla cura del proprio corpo e fare qualcosa di concreto a favore del pianeta.

Tutto l’incasso della giornata sarà quindi devoluto per contribuire alla creazione e tutela di una foresta in crescita nella Riserva Sakalalina nel Madagascar meridionale.

Inoltre, tutti i clienti che parteciperanno in quella giornata riceveranno la gratificazione di un gadget speciale: lo shampoo Davines/Essential Haircare 75 ml, prodotto con energia rinnovabile e confezionato in packaging ad Impatto Zero®, consegnato in shopper sostenibili ricavate da vecchie brochure, espressione di riutilizzo ecologico e creativo.
Ma al di là del “regalo” spero vi basti sapere entrare in un salone Davines in quella giornata può sostenere un progetto importante.
Con un versamento di soli 15 euro sarà possibile contribuire alla creazione e tutela di 20 mq di foresta fino al 2024.
L’obiettivo del progetto complessivo è tutelare un’area di circa 130 ettari, effettuare opere di forestazione, organizzare attività di presidio per evitare gli incendi, rigenerare e proteggere le sorgenti d’acqua.

La Giornata della Bellezza Sostenibile è un evento ad Impatto Zero® organizzato da Davines in collaborazione con LifeGate a favore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile del nostro pianeta. Nata nel 2010 in forma sperimentale, è già giunta alla terza edizione in Italia ed è stata ripetutamente replicata da Davines in USA, Francia e recentemente in Olanda, riscuotendo entusiasmo e ampie adesioni, sia da parte dei saloni di acconciatura che dei clienti.

Grazie alla scorsa edizione italiana sono stati raccolti oltre 71.000 € interamente devoluti per contribuire a progetti di creazione e tutela di aree boschive in Italia e in Madagascar (60.717 mq per 10 anni).

“Noi non ereditiamo la terra dai nostri avi, ma la prendiamo in prestito dai nostri figli” – vecchio detto degli indiani d’America.

Sul sito dedicato alla Terza Giornata della Bellezza Sostenibile troverete una mappa con tutti i saloni Davines aderenti all’iniziativa.

Troverete anche informazioni su un concorso fotografico che si concluderà il 10 marzo 2014 e dei contributi della nostra Hermosa (www.deornatumulierum.com

Io ho già prenotato il mio appuntamento!
E voi ci sarete?

Alla prossima!

4 thoughts on “Terza Giornata della Bellezza Sostenibile – 3 marzo 2014”

  1. Ery says:

    Trovo sia una bellissima iniziativa.

  2. Hermosa says:

    Mi è piaciuta moltissimo la connessione tra la certificazione energetica delle nostre case e questo progetto proprio perchè secondo me tocca un punto fondamentale, ossia che i nostri gesti e le nostre azioni hanno riflessi e impatti molto più ampi e vasti di quello che pensiamo. 🙂

  3. Kriti Jaitly says:

    you have a nice blog
    would you like to follow each other,,do let me know on my blog
    stay in touch
    xoxo
    kriti
    http://www.hairfashionbeautyblog.blogspot.in

I vostri commenti...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.