Primo post da neomamma e prima BabyReview sui mille usi della Mussolina di Cotone

Eccomi qui dopo un mese esatto dall’ultimo post!
Le nostre vite sono profondamente cambiate dal 28 settembre quando Ginevra è entrata nella nostra vita e ancora siamo nella fase delicata di conoscenza reciproca.
E’ una bimba bellissima (come si suol dire: “ogni scarrrafone…”) ma anche molto sensibile e piange facilmente. Fa delle facce buffissime e ogni tanto quando dormicchia le scappa anche una sorta di sorriso… (i neonati imparano dopo qualche mese a sorridere….)
Mamma e papà al momento cercano di soddisfare al meglio i suoi bisogni e di coccolarla e prendersi cura di lei al meglio delle loro possibilità!


Oggi è qui con me chiusa nella fascia che sonnecchia. Ancora sono pochi i momenti nei quali riesca a dormire senza di me… Ma ci stiamo lavorando.

Presto vi parlerò anche del terzo trimestre e del parto… il parto è stato completamente diverso da come l’avevo immaginato/programmato… ma ve lo racconterò bene tra un po’.

Magari troverete che i miei post saranno più random del solito e magari non saranno super dettagliati perchè non posso dedicare loro il tempo che gli dedicavo prima ma pian piano sono convinta che troveremo tutti il nostro equilibrio!

Oggi entro subito nel vivo delle recensioni di prodotti per l’infanzia e vi parlo di un regalo di Alice titolare di un carinissimo negozio online, Natura Bioallegra di prodotti ecologici e biologici di ogni tipo, che spaziano dalle necessità di mamma e bambino all’oggettistica per la casa. Inoltre, donna e mamma multitasking, gestisce anche di MammeAncona.it, un utilissimo portale dedicato a tutte le mamme con un occhio di riguardo a quelle della città e provincia di Ancona, dove si possono trovare articoli dedicati ad ogni fare della gravidanza e della genitorialità oltre che a indirizzi utili, ppromozioni ed eventi dedicati alle mamme della zona.

Alice mi ha proposto di provare un oggetto che a prima vista è di una semplicità disarmante… e proprio per questa semplicità risulta estremamente versatile ed io l’ho utilizzato sin dal primo giorno di vita della ranocchietta!

Si tratta di una mussola di cotone, ossia una morbidissima e leggerissima copertina fatta appunto di la mussola di cotone da coltivazione biologica, nello specifico un prodotto di Piccalilly che potete trovare appunto nello negozio online Natura Bioallegra.

Storia della mussolina di cotone
La mussolina di cotone è un tessuto vecchio come il mondo. Veniva già utilizzata 7000 anni fa dagli indù e anche gli egiziani la usavano per fasciare sia i loro neonati che i loro defunti. Adornava le tuniche degli antichi greci e romani. Costituiva l’elemento d’abbigliamento della plebe medievale ma in seguito venne anche utilizzata per i guarnire gli elaborati sottogonna delle donne del seicento francese. La storia della mussolina rappresenta la storia della civilizzazione.

La mussolina ha sempre protetto sia dal freddo che dal caldo fasciando neonati di ogni continente in ogni epoca. Ha coperto le spalle dei savi e degli anziani in qualsiasi parte del globo. È un tessuto che ci unisce attraverso tempo, luoghi e culture.

La mussolina è il tessuto più puro, più delicato e, a parere nostro, il più perfetto che possa esistere per fasciare i nostri neonati.

I mille usi della mussolina di cotone e come la sto utilizzando io….
Tradizionalmente usate per avvolgere il neonato, grazie alle grande dimensioni, posso essere usate sopra la spalla al momento del ruttino, per proteggere il bimbo dal sole appoggiandole sopra il tettino del passeggino, come copertine, per proteggere il tavolo e per tutti gli altri usi che ritieni siano adatti al tuo bambino.

Io l’ho usata subito dal primo giorno per coprirla e per avvolgerla durante l’allattamento. In ospedale c’era una media di circa 26 gradi, tutte le tutitne, anche quelle di cotone (per non parlare della ciniglia… sì perchè non ti aspetti che a fine settembre ci siano certe temperature!!!) facevano sudare Ginevra e quindi se ne stava sempre in Body coperta con la mussolina invece che con le lenzuola della culla dell’ospedale.
Per aiutarmi nei primi giorni di allattamento poi mi hanno consigliato di farla dormire accanto a me e anche in questo caso questa era la sua copertina per la notte, almeno finchè la mattina presto rinfrescava un pochino e ci coprivamo con le lenzuola del letto dell’ospedale.

Alcune mamme mi guardavano male… ma Ginevra era contenta molto più che stare a sudare dentro una tutina di ciniglia! (…e poi ti lamenti che il bambino piange!!!) e le ostetriche e le inferimere del nido dicevano che andava bene… d’altra parte io ero in canottiera!

L’ho utilizzata anche per fasciarla come descritto nella piccola guida che  vi trascrivo qui sotto per calmarla quando piange e non vuole mangiare (magari ha un po’ di mal di pancia…)
e la utilizzo anche per coprire la carrozzina dal sole diretto o per coprirmi se allatto in un posto pubblico … in ospedale per qualche visita o anche al consultorio ( … sì lo so sono un po’ pudica, ma noi abbiamo bisogno della nostra privacy! ^.^)

Piccola Guida su come avvolgere il neonato con le mussoline
Ricreare la sensazione familiare dell’utero materno: confortevole, rassicurante e rilassante
L’abitudine di fasciare il neonato è vecchia tanto quanto l’uomo. L’evidenza più remota di questa pratica risale al 4000 a.c. all’epoca della migrazione delle popolazioni dell’Asia centrale. Gli antichi greci e romani usavano fasciare i loro neonati e ci sono anche riferimenti biblici a proposito di tale pratica.
Madri di tutto il mondo, da generazioni, sanno che i neonati si calmano quando vengono avvolti in un panno e mentre questo fatto è stato evidente a migliaia di mamme in tutto il mondo, al giorno d’oggi ci dobbiamo affidare alla scienza per farci dire che fasciare il il bambino è una delle pratiche più gentili ed efficaci sia per le mamme che per i loro bambini.
Nel 2002, nel Giornale Medico di Pediatria, venne pubblicato un articolo nel quale si spiegava perché i bambini che vengono fasciati dormano meglio dal momento che non vengono svegliati durante la notte da movimenti spontanei (chiamati movimenti di riflesso). Nello stesso anno, il Giornale di Fisiologia Applicata riportò che i neonati che dormono fasciati rimangono in una fase REM (che rappresenta il sonno più ristoratore e profondo) più a lungo di quelli che non vengono fasciati. Evidenze sempre più numerose stanno dimostrando che ogni anno la pratica della fasciatura può indirettamente prevenire la sindrome di morte improvvisa del lattante.

Sia per il neonato che per la mamma la fasciatura ricrea la sensazione familiare dell’utero materno, confortevole e rassicurante. L’uso di un materiale naturale come la mussolina di cotone ne acquisce le caratteristiche. Originaria del Bangladesh del Medio Evo, la mussolina è un materiale tessuto finemente che permette la respirazione della pelle. Nonostante sia molto delicato è un tessuto duraturo, versatile, ideale per la fasciatura del neonato, il quale può essere avvolto senza sentirsi costretto.
Essendo così leggera la mussolina di cotone permette all’aria di circolare attorno al corpo del neonato mantenendo una sensazione di comodità e calore senza la preoccupazione che il bimbo possa surriscaldarsi.
La mussolina di cotone è un tessuto resistente a ripetuti lavaggi e con l’uso diventa anche più morbida.Naturalmente, l’evidenza scientifica non può sostituirsi all’esperienza di milioni di mamme nel mondo attraverso innumerevoli generazioni. L’avvolgere il neonato nella fibra di mussolina è il gesto più amorevole e delicato che una mamma possa compiere per il suo piccolo.

Come avvolgere il tuo bambino
La tecnica base di fasciatura

  1. Stendete la mussolina sul tavolo in maniera romboidale. Piegate il lembo superiore per poter formare un triangolo. Appoggiate il neonato al centro della parte piegata con la testa proprio sopra la piegatura. Assicuratevi che le spalle del vostro bambino siano al di sotto della piegatura.
  2. Piegate delicatamente il braccio del vostro bambino e mettetelo a contatto col corpo. Con il lembo sinistro della mussolina avvolgete il braccio e fatelo passare sopra il petto. Assicuratevi che il braccio sia ben posizionato sotto il tessuto. Fermare il lembo sotto il corpo del neonato.
  3. Piegate il lembo inferiore della mussolina facendo in modo di coprire i piedi del vostro bambino.
  4. In ultimo, posizionate il braccio sinistro leggermente piegato e appoggiato al suo corpo. Col lembo destro avvolgetelo. Fermate il lembo sotto il corpo del bambino per mantenere una presa sicura.

Ecco anche un video che spiega come fare.

Questo prodotto è davvero il prodotto milleusi per eccellenza, è semplice, è morbido ed esiste in tante varianti di fantasie tutte davvero belle! Anche dopo qualche lavaggio non ha perso la sua morbidezza…
 Io ne consiglio almeno due per averne sempre una mentre si lava l’altra!

In breve

  • Prodotto:
  • Lo ricomprerei? Sì, assolutamente! Ne comprerò almeno un altro.
  • Lo consiglio? Sì a tutte le neomamme, troverete sicuramente il vostro utilizzo preferito!
  • Prezzo: circa 20 euro.
Alla prossima!!!
Disclaimer: Questo prodotto mi è stato omaggiato a scopo valutativo. Ringrazio l’azienda per questa opportunità.
Nessuna condizione è stata posta per l’invio dei prodotti e la recensione rispecchia il mio reale giudizio.

11 thoughts on “Primo post da neomamma e prima BabyReview sui mille usi della Mussolina di Cotone”

  1. LaDama Bianca says:

    Ancora tanti auguri Manu, questa bimba è bellissima,degna figlia di mamma e papà 🙂
    Deliziosa la mussolina di cotone.

  2. Miki says:

    Tantissimi auguri e che Ginevra possa essere accolta dalla vita nel più splendido dei modi. Vi auguro davvero tanta serenità.
    Mi ha fatto sorridere leggere delle occhiatacce delle altre mamme. Non so perché c'è sempre questa convinzione che i bambini debbano stare al caldo anche con 40°C all'ombra. E per fortuna che ci sono mamme come te che non si lasciano influenzare. Evidentemente la piccolina ha subito sentito la piacevole sensazione della mussola sulla pelle e la faceva stare bene.

  3. Pamela says:

    Congratulazioni per la vostra bellissima bambina e pure capellona!! 🙂 E anche se ogni scarrafone è bello a mamma sua, ci sono bambini belli e brutti, e la tua è meravigliosa :-*

  4. bluefiordaliso says:

    Tanti tanti auguri! E benvenuta Ginevra :*

  5. Foffy says:

    Auguri a voi tutti, la piccola Ginevra crescerà piena di affetto <3

  6. Dony Cipriadiluna says:

    Ancora auguri tesoro! Questa piccolina è davvero fortunata ad avere due genitori attenti come voi! Molto carina la mussolina, sai che non l'ho mai usata per nessuna delle bimbe? Non sapevo fosse così utile ^_^

  7. Ery says:

    Auguri! Mi sono tanto emozionata nel rileggerti da mamma. :*

  8. Chiara The World of Claire says:

    Ancora tantissimi auguri *-* <3

  9. Vanessa says:

    E' proprio bella la vostra Ginevra, eccome! Congratulazioni davvero…anche se via via vi sbirciavo su Instagram!!

    Bravissima per l'uso della mussolina di cotone (che non conoscevo)…e per la riflessione indiretta su certi pianti inspiegabili dei neonati! A volte ci si complica la vita solo per sfoggiare corredi e misè ridondanti….

  10. Federica ECOBIOPINIONI says:

    Manu, la tua Ginevra è un amore <3. Carina la mussolina. Mia figlia è nata ad agosto e mi avrebbe fatto comodo. Un abbraccio

  11. Alessandra A. - Miss Boom Baby says:

    terrò a mente questa review per quell'amica di cui ti parlavo…manca poco anche per Ginevra che sta per arrivare!

I vostri commenti...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.