Sport e Fitness: Trovare la Motivazione per iniziare

Trovare la Motivazione Quanto è importante trovare la motivazione giusta per fare sport?
Quanto è importante riuscire a mantenere quella stessa motivazione che ci ha fatto iniziare?
La risposta in entrambi i casi è: FONDAMENTALE!

Postando su Instagram alcune immagini legate al mio percorso nel mondo del Fitness e del Bodybuilding, mi sono resa conto dai commenti che alcuni di voi mi hanno lasciato, che più spesso di quanto si pensi parte tutto da qui: la mancanza di motivazione.

Trovare la Motivazione per iniziare un percorso,  trovare la motivazione per perseverare dopo i primi tempi, trovare la motivazione per superare un momento di stallo. Questo sembra essere la cosa più difficoltosa da fare.
Per questo motivo in questa piccola serie di post voglio raccontarvi il mio approccio cercando di porre l’attenzione su questi tre momenti che bene o male ho attraversato e attraverserò ancora anche io nel mio percorso

Quale attività Scegliere?

Innanzitutto bisogna trovare un’attività fisica che ci piaccia fare. Questa sembra una frase cliché ma lasciatemi spiegare meglio. Non sto parlando dell’attività che ci diverta o che ci faccia passare un’oretta spensierata. L’attività fisica deve essere impegnativa, deve farci stare concentrate, deve fare lavorare il nostro corpo fuori dalla sua “zona di Comfort” altrimenti meglio andare a fare shopping!
Ovviamente solo voi potete sapere cosa sia impegnativo per il vostro fisico. Per qualcuno sarà 30min di camminata al giorno, per qualcuno una sessione di HIIT e per altri 200Kg di squat o una maratona.
La sensazione post attività fisica dovrebbe essere di stanchezza e appagamento. Magari le primissime volte prevaricherà la stanchezza ma poi sentirete anche tutto il potere delle endorfine sprigionate dall’allenamento che già dopo pochi giorni vi faranno sentire gli effetti benefici della vostra nuova scelta.

Per quanto mi riguarda, come forse sapete, l’attività prescelta è la palestra, il Body building nello specifico. Se volete sapere il perchè trovate tutti i dettagli in in questo articolo.

Trovare la Motivazione

Tutto nasce dal perchè abbiamo deciso di intraprendere l’attività fisica. Cosa vogliamo ottenere? Qual è il nostro obiettivo?
E’ importante individuare l’obiettivo in maniera realistica. Pensare di fare attività fisica per “arrivare magri alla prova costume”  o per diventare come la “modella X” sono motivazioni effimere o irrealistiche.
Una valida motivazione deve far pensare che i benefici che otterremo siano importanti e davvero utili. Una buona motivazione ci fa credere che potremo ottenere questi risultati e che questo dipenda interamente da noi attribuendo un’alta priorità agli obiettivi prefissati. Solo attribuendo all’attività fisica un’alta priorità si eviterà di utilizzare la classica scusa “vorrei ma non ho tempo”. Il tempo lo troverai, lo creerai perchè è importante.

circolo vizioso paura del fallimento

Immagine presa da my-personaltrainer.it

Spesso la motivazione ci lascia presto perchè il timore di fallire nell’obiettivo prefissato è molto forte. Diciamocelo chiaro un po’ tutti viviamo male l’insuccesso, specialmente se si applica a un’area delicata come potrebbe essere quella che gravita intorno alla forma fisica e al peso.
Ma alla fine pensate che non fare nulla sia meglio di fare poco? Niente di più sbagliato. Il nulla non si accumula mentre il poco si.
Iniziare a fare è l’unico modo per interrompere il circolo vizioso della paura dell’insuccesso.

Come saprete se avete letto gli altri articoli, io ho cominciato perchè dopo una vita senza problemi di peso grazie alla tiroide lo stavo accumulando con molta facilità. Non poteva vincere la malattia, dovevo riprendere le redini, dovevo avere di nuovo il controllo del mio corpo. Sotto controllo medico ho quindi cominciato a lottare contro questa malattia con medicine e sport e a ottenere le mie vittorie. Fare attività fisica e dedicare a me stessa quell’ora al giorno erano diventati una priorità quasi al pari di prendersi cura di mia figlia.

Piccoli passi che portano al nostro obiettivo

L’obiettivo prefissato potrebbe essere a lungo termine, sia che si tratti di perdere peso, di costruire massa muscolare oppure correre una maratona. E’ quindi importante avere piccoli obiettivi intermedi per poterli celebrare e mantenere alta la motivazione. Nel caso specifico della perdita di peso darsi degli obiettivi numerici però potrebbe solo portare frustrazione.
E’ meglio quindi concentrarsi su degli obiettivi legati alla pratica sportiva scelta.  Correre un certo numero di km in un mese, un certo numero di minuti. Sollevare un certo peso nello squat, eseguire un certo numero di sequenze in un allenamento HIIT.
Avere un termine di paragone è importante quindi prima di iniziare fate una sorta di test per stabilire un punto di partenza.
In questo senso anche fare delle foto a figura intera per averle come riferimento durante il percorso può essere una cosa determinante.

Diario degli allenamenti

Per riconoscere quando raggiungiamo i nostri obiettivi, che siano intermedi o finali la cosa migliore e registrare tutti i progressi fatti ed ogni allenamento è un progresso.
Ci sono diversi modi di tenere traccia degli allenamenti e se ne possono anche combinare diversi.

  • un semplice quaderno dove segnarsi tutto
  • un’applicazione per cellulare, ne esistono tante adatte a sport e alimentazione
  • un fitness tracker che ci aiuti a tenere il conto dei passi fatti o, mediante la misurazioni della frequenza cardiaca, degli sforzi fatti. Qui ho raccontato la mia esperienza con il Polar A360.
  • un fitness planner

Per tanto tempo ho semplicemente scritto tutto su un diario, a mano.
Ogni giorni gli esercizi fatti, la fatca, qualche dolore, le inevitabili distrazioni e errori e alla fine della settimana un riassunto delle sensazioni e dei piccoli passi avanti. Ora mi sono creata un Workout Log ad hoc con Google Documents, me lo stampo e lo rilego con il sistema arc by Staples (lo stesso che uso per il Blog Planner)

Non Scale Victories

E’ importante tenere traccia di tutto, non solo delle misure (es. peso, girovita, girofianchi, etc…). Spesso la motivazione si mantiene alta con le sensazioni che si provano nella vita di tutti i giorni, la felicità nel riuscire a correre un chilometro in più, nell’alzare i pesi sul bilanciere, nel fare un pull up non assistito o una rampa di scale senza avere il fiato corto.
In inglese si chiamano appunto “Non Scale Victories” ( NSV), quelle vittorie che non hanno a che fare con la bilancia. Personalmente dedicherei una sezione del vostro diario solo a questo. Per documentarle e scrivere cosa vi hanno fatto provare.

Anche quando non vedevo cambiamenti nelle prime settimane del mio percorso, mi sentivo energica, mi sentivo più felice e più forte. Queste sensazioni mi hanno aiutata molto a mantenere la motivazione.
Uno dei miei NSV più emozionante è stato quando sono riuscita a fare le mie prime trazioni alla sbarra (in particolare chin ups) senza aiuto. Mi sono sentita più forte di un leone, come se niente potesse più fermarmi.
… e ovviamente l’ho documentato!

 

Un po’ di sano Shopping

Si sa che un po’ di shopping è sempre un’ottima terapia e che ogni scusa e buona. Ma credo che concedersi un po’ di shopping a tema sportivo prima di iniziare il percorso possa anche essere  funzionale al raggiungimento degli obiettivi. Un paio di scarpe adatte allo scopo, un paio di leggings nuovi, un porta cellulare da braccio per avere la musica preferita sempre con noi.
Quando ho cominciato ho acquistato un po’ di attrezzatura per seguire il programma Home Edition di Jessie Hilgenberg (ne ho scritto qui) e mi sono sentita contemporaneamente euforizzata dalle novità  e responsabilizzata: “l’ho acquistata e ora devo usarla al meglio”.
Trovare la MotivazioneSpero  davvero che questi consigli vi possano essere utili a trovare la motivazione per iniziare il vostro percorso.

Nel prossimo articolo vi racconterò come ho mantenuto la motivazione alta anche dopo le prime settimane, quando i risultati non arrivavano e sembrava così facile mollare tutto.

Per qualsiasi domanda o curiosità scrivetemi pure e fatemi sapere se vi piacciono questi post.
Voi come fate a trovare la motivazione per iniziare o ricominciare?
Fatemi sapere!
La motivazione non è mai abbastanza!

A presto!

7 thoughts on “Sport e Fitness: Trovare la Motivazione per iniziare”

  1. LaDama Bianca says:

    Io ho iniziato la camminata sportiva il 1° febbraio. Ho iniziato camminando per 30 minuti all’aria aperta, poi aumentando via via. Mi sono sempre segnata tutto: i passi, i km, le calorie bruciate e così via.
    Lo scorso venerdì ho “festeggiato” un altro piccolo grande traguardo: camminare per 8,20 km. Che magari per qualcuno saranno niente, ma per me è stato meraviglioso.
    Calcola che io non sono un’amante dello sport eppure quest’attività mi sta piacendo da pazzi. Ora che vado al mare ancora di più perché mentre cammino respiro bene, guardo le onde, ascolto la mia musica e non penso ad altro che alle mie gambe, ai muscoli che sento lavorare.
    L’unica cosa che mi spiace è non aver mai documentato i cambiamenti fisici, sempre che ce ne siano stati. Non mi sono mai misurata e pure sulla bilancia non salgo quasi più perché tanto ne resto sempre un po’ delusa. Vedo un cambiamento nelle gambe che mi sembrano un poco più sottili e sicuramente toccandole sento bei muscoli massicci che prima non avevo. La mia motivazione? mi sento più forte, ne ho bisogno.
    Un abbraccio, tu sei formidabile.

    1. Manuki says:

      Che bello il tuo racconto! Complimenti anche per il tuo traguardo. La tua motivazione è già allo step successivo. E’ una motivazione di chi chi è consapevole che quell’attività porta un beneficio tangibile. Se posso chiedertelo cosa ti ha spinto a cominciare e a continuare? Comunque se per te non era una questione di peso hai fatto bene a non pesarti (il peso è un fattore assai sovrastimato!) ma non è mai troppo tardi per le foto. Se le fai ora magari puoi trovarne qualcuna dell’estate scorsa e vedere se ci sono differenze. E avere un riferimento per il prossimo traguardo! Un abbraccio a te, anche tu sei formidabile!

      1. LaDama Bianca says:

        Grazie Manu 🙂
        Cosa mi ha spinto ad iniziare? forse notare che la cyclette e gli esercizi a casa mi avevano stufato. Avevo necessità di un qualcosa che potessi fare all’aria aperta, che mi spingesse ad uscire. Mi sono trasferita qui 4 anni fa e soltanto adesso che calpesto queste strade quotidianamente mi sento parte del territorio, come se prima ci avessi abitato standomene però in disparte…senza mettere radici, insomma.
        La motivazione che mi spinge a continuare è la prova tangibile che mi sta facendo bene: il sudore, le endorfine in circolo, le gambe più forti, il passo più fluido e deciso, la sensazione di respirare meglio. Mi sento una persona nuova…e non voglio tornare a quella vecchia. Ecco la mia motivazione attuale. Grazie di cuore per questo post.

        1. Manuki says:

          Grazie!! E’ proprio per quello che scrivi tu che farò altri post. La motivazione cambia, si trasforma, possono addirittura cambiare gli obiettivi e il problema a volte è proprio raggruppare le idee e continuare! Un abbraccio!

  2. Il Blog di I. says:

    Grazie mille per questo post. Io ultimamente sto vivendo un momento particolarmente no per il fisico e la motivazione era davvero sotto i piedi. Giusto da ieri e più che mai oggi ho iniziato un nuovo percorso, e spero di riuscirci davvero questa volta. Lo devo a me e alla mia salute in primis… Ho anche iniziato a seguire il tuo consiglio riguardo il diario da tenere, voglio vedere se mi aiuterà.
    Buona giornata!

    1. Manuki says:

      Sono davvero contenta che ti sia piaciuto (e spero servito!) questo articolo! Che percorso hai iniziato? Mi piacerebbe seguirlo se hai intenzione di pubblicare qualcosa (social o blog fammi sapere!)
      Vedrai che il diario ti aiuterò! Piccole vittorie, piccoli passi, portano alla meta!

      1. Il Blog di I. says:

        Grazie per l’interessamento <3
        Guarda ho iniziato a curare particolarmente l'alimentazione, sto cercando di sgarrare il meno possibile, sto attenta ai condimenti e così via. Non è che prima mangiassi solo schifezze eh, però con il fatto che conduco una vita piuttosto sedentaria quello che facevo prima non aiutava affatto. Soprattutto le ultime due settimane avevo iniziato ad avvertire a livello fisico problemi che non avevo mai avuto, se non quando pesavo quanto qualche giorno fa. Inoltre sto cercando di allenarmi tutti i giorni almeno mezz'ora al giorno, però mi sto tenendo leggera almeno in questa prima fase, perché tende a mettere massa muscolare con una certa facilità e se non vedessi il peso scendere entro quello che mi sono prefissata questo mese, mi butterei giù, già lo so.
        Sul blog avevo già iniziato una rubrica tempo fa, ma avendo un percorso altalenante non so quanto possa tornarti utile. Ovvio che se passi a dare un'occhiata mi può solo far piacere, magari puoi darmi anche qualche consiglio o critica costruttiva 😀

I vostri commenti...