Sicurezza in auto e novità sui seggiolini per bambini

La sicurezza in auto è un tema sempre attuale.
Le auto ormai sono dotate di moltissimi sistemi di sicurezza attivi (Freni, Sterzo, ABS, ESP, ASR, EBD, ecc..) e passivi (Cinture di sicurezza, poggiatesta, Airbag e seggiolini per bambini) ma forse troppe persone ancora non si rendono conto del fatto che il miglior dispositivo di sicurezza attivo dell’auto è proprio il suo conducente.
L’attenzione e la tecnica di guida, oltre che il rispetto del codice della strada, sono fondamentali nonostante le auto abbiano sempre più dotazioni tecnologiche.

Nell’ultimo periodo si è registrato un dimezzamento di morti per incidente stradale, ma il numero di incidenti è diminuito in percentuale minima e sono aumentati i feriti.
Cosa significa?
Significa che i dispositivi di sicurezza sono utili a salvare la vita ma non a evitare gli incidenti e che l’unico modo di evitare gli incidenti è quello di avere una buona tecnica di guida e l’attenzione sempre al 100%.

L’importanza della sicurezza in auto per i più piccoli

La sicurezza in auto per una famiglia non può prescindere dalla sicurezza nel trasporto dei più piccoli.
Anche se ormai noi siamo abituati ad allacciare le cinture di sicurezza (grazie anche all’introduzione della patente a punti) l’utilizzo del seggiolino auto sembra ancora un tema sottovalutato. Purtroppo lo vedo ogni giorno quando vado a prendere Ginevra al nido.

L’ultimo rapporto Ulisse dell’ISS fotografa una situazione di confusione da parte dei genitori Italiani. Dallo studio emerge infatti un utilizzo regolare dei seggiolini per auto solo nel 41,2% dei casi. Mentre secondo una ricerca di Altroconsumo**, i motivi dichiarati dai rispondenti per fare a meno del seggiolino sono i più disparati: “il tragitto è breve”, “la velocità è moderata” o addirittura solo perché “il bambino fa i capricci”.

Ma perchè esiste ancora gente che pensa che il seggiolino sia una cosa superflua? A questo davvero non so rispondere. Posso solo supporre che sia perchè non conoscano le ragioni che stanno dietro a queste leggi e possano sembrare solo noiosi obblighi che fanno perdere tempo prezioso.

I bambini sono fisicamente più fragili degli adulti, le loro ossa, comprese quelle del bacino, non sono ancora completamente formate. Inoltre la testa di un neonato rappresenta 1/3 del suo peso complessivo, una proporzione che diminuisce con la crescita.
Solo da questo si può facilmente capire come il collo e la testa siano sottoposte a sollecitazioni molto maggiori in un bambino rispetto all’adulto.
Le cinture di sicurezza nei veicoli sono progettate per persone più alte di 1,50m, al di sotto di questa altezza in caso di incidente  la cintura stessa e la carrozzeria diventano fattore di rischio per il bambino anziché essere protettive per questo i bambini hanno bisogno di dispositivi di trattenuta appositi e di rialzi.
Ora vediamo perchè anche in caso di tragitti brevi e velocità moderate è sempre opportuno posizionare i piccoli sui seggiolini!
Nel caso di un impatto a 56 Km/h un bambino del peso di 15 kg produce una forza d’urto pari a 225 kg e come potete capire anche per madri e padri in forma sarebbe impossibile trattenerlo con le braccia. Due auto che viaggiano alla una modesta velocità 30km/h in direzioni opposte avranno un urto frontale alla velocità totale di 60km/h.

Un’altra cosa che non piace ai genitori è mettere i seggiolini in senso opposto a quello di marcia, cosa obbligatoria con bimbi molto piccoli.
Ma perchè dobbiamo farlo? Per le stesse ragioni che abbiamo appena esposto. Durante un incidente il neonato verrà proiettato in avanti e trattenuto dalle cinture. Il collo viene sottoposto a una forte tensione e rischia di rompersi visto che la testa pesa così tanto. Facendolo viaggiare in senso contrario a quello di marcia in caso di urto frontale il peso della testa e del corpo di un neonato verranno invece scaricati sul seggiolino.

Io sono convinta che queste motivazioni bastino per convincere un genitore a mettere il bimbo sul seggiolino nonostante i capricci!

La legge e le normative per la sicurezza dei bambini in auto

Il codice della strada italiano stabilisce con l’art.172  un’altezza minima entro la quale il sistema di ritenuta debba essere usato ma per quanto riguarda la tipologia demanda il tutto alle normative sui dispositivi.
Recentemente è entrata in vigore una nuova normativa di omologazione dei sistemi di sicurezza per i bambini, la R129 denominata anche i-size.
Quello che crea confusione è che non va a sostituire la più vecchia normativa R44/04, ma va ad affiancarla.
Sul mercato quindi troveremo ancora per un po’ seggiolini con il marchio di entrambe le omologazioni e entrambi ancora validi.

Infografica di www.cercaseggiolini.it

Teniamo presente due cose a mio avviso importanti, nonostante la confusione che si può percepire:

  1. La nuova normativa ha l’obiettivo di migliorare ulteriormente la sicurezza in auto per i nostri figli.
  2. L’affiancamento sottolinea il fatto che i seggiolini che hanno omologazione R44/04 sono ancora efficaci sistemi di sicurezza e possono ancora essere venduti ed utilizzati, per il momento.

Nel 2016 era già iniziata la prima fase della normativa R129 che definiva livelli più elevati di sicurezza che le case produttrici devono andare a mettere in pratica. Una su tutte: i seggiolini dovranno superare la prova di impatto laterale che prima non era obbligatoria.
La prima fase della R129 riguardava i seggiolini per i bimbi fino a 105 cm. Prevede che i bimbi più piccoli fino a 15 mesi viaggino in senso contrario a quello di marcia , l’utilizzo degli agganci isofix per l’istallazione dei seggiolini  e va a stabilire una classificazione in base all’altezza invece che in base al peso come era stato finora con la R44/04.

Sicurezza in auto: normativa

Infografica di www.cercaseggiolini.it

Gennaio 2017: Alzatine vietate fino ai 125cm di altezza

Da gennaio 2017 è  in vigore anche un aggiornamento della ECE R44-04, che obbliga tutti i bambini con un’altezza inferiore ai 125 cm ad utilizzare un seggiolino auto dotato di schienale. Fino allo scorso anno, le norme consentivano di poter utilizzare, dai 22 kg di peso (5 anni circa) in poi, le cosiddette “alzatine”, quei cuscini (con o senza braccioli) che si appoggiano sul sedile dell’auto e sollevano il bambino di circa 10-15 cm per portarlo all’altezza adatta per l’utilizzo delle normali cinture di sicurezza. Dal 1° gennaio questo non è più possibile. Le nuove regole, infatti, vietano l’omologazione di questo tipo di prodotti fino ai 125 cm di altezza del bambino (circa 8 anni).
I bambini seduti sui rialzi, infatti, oltre ad avere una minore protezione in caso di urto laterale, hanno generalmente la cintura che passa troppo alta (ad altezza collo) e, soprattutto quando si addormentano, assumono posizioni pericolose. In caso di incidente, quindi, potrebbero subire danni notevoli.

Sicurezza in auto: normativa

Infografica di www.cercaseggiolini.it

 

Novità Normative Estate 2017

Nell’estete entrerà in vigore la seconda fase della R129 che riguarda i seggiolini auto per bambini dai 100 cm di altezza. La fase 2 della R129 prevede che i seggiolini di questa fascia possano essere fissati sia con agganci isofix più cintura di sicurezza che con la sola cintura di sicurezza.
Non essendo ancora entrata in vigore questi dati sono soggetti a cambiamento]

Quando la fase 2 R129 (R129-02) entrerà in vigore (luglio 2017), non sostituirà la normativa R44/04, ma entrambe le legislazioni continueranno a coesistere. Di conseguenza, i consumatori potranno scegliere se acquistare o meno seggiolini auto omologati secondo la più recente normativa

Multe più salate e ritiro della patente

Sono state riviste anche pene e multe per chi non rispetta la nuova normativa. Se si fa viaggiare il bambino in auto senza seggiolino all’autista verrà data una multa che va da 80 a 323 euro, a meno che non venga individuato le forze dell’ordine non individuino il genitore nell’anto. In caso di recidiva, dopo due multe nell’arco di due anni, sarà sospesa la patente per un periodo di tempo compreso tra 15 giorni e 2 mesi.

Accorgimenti per il trasporto dei bambini in auto

Cose da fare e non fare per la sicurezza in auto dei bimbi:

  • Non tenere il bambino in braccio
  • Non utilizzare un seggiolino danneggiato in un incidente
  • Non dare da mangiare cibi con bastoncini (lecca lecca, gelati, spiedini,…) che in caso di incidente potrebbero ferire il bimbo
  • Leggere le istruzioni rilasciate dalla casa costruttrice del veicolo sui «sistemi di sicurezza»
  • Leggere le istruzioni d’uso del seggiolino
  • Disattivare l’airbag se si monta il seggiolino sul sedile anteriore
  • Allacciare correttamente le cinture del seggiolino
  • Usare SEMPRE il seggiolino, anche per brevi percorsi
  • Bloccare l’apertura delle portiere posteriori dall’interno (specialmente per i bimbi più grandi!)
Come stanno cambiando le cose

Nonostante la disattenzione che a volte i genitori dimostrano in quest’ambito, pare che molti di essi stiano correndo ai ripari con l’arrivo della nuova legge.
Sarà forse per l’inasprimento delle pene pecuniarie?
Chi può saperlo. Anche se mi fa rabbrividire pensare che  un genitore si preoccupi di più della multa che della sicurezza del figlio!

La tendenza a una maggior attenzione è confermata anche da eBay.it, che da Gennaio ad Aprile 2017 ha registrato un incremento nelle vendite di seggiolini auto del 65% rispetto allo stesso periodo del 2016, con un articolo venduto ogni 39 minuti***.
Nell’arco dell’ultimo mese il termine “seggiolino auto” è stato uno dei 3 termini più cercati nella categoria INFANZIA E PREMAMAN. I seggiolini appartenenti al gruppo 9-36 kg sono i più cercati della categoria, anche perchè sono  quelli per cui sono avvenute più modifiche in campo legislativo.

Conclusioni sulla Sicurezza in auto

Il mio consiglio primo consiglio per essere sempre pronte alle situazioni peggiori e aumentare la propria sicurezza in auto è fare un corso di Guida Sicura come quelli offerti dal Centro di Guida Sicura ACI-SARA Vallelunga a cui ho partecipato anche io grazie a eBay.it.

Oltre a questo consiglio di controllare che il vostro seggiolino abbia una delle due omologazioni valide al momento. Se dovete comprarne uno nuovo fatevi sempre consigliare nell’acquisto dal venditore, che sia online o in un negozio fisico.
Se lo comprate di seconda mano fate attenzione a che non sia danneggiato o che abbia omologazioni vecchie.
Una cosa importantissima dovete assicurarvi che il seggiolino che sia compatibile con la vostra automobile e in quali posizioni. Per ogni seggiolino potete trovare online una lista sempre aggiornata delle vetture compatibili!

Alcuni seggiolini omologati R44/04 hanno attacchi Isofix, schienale con paracolpi laterali e vantano persino crash test laterali nonostante questi particolari non fossero obbligator nella normativa. Questo avviene poichè le case produttrici per vendere devono puntare sulla qualità dei loro prodotti e  offrire qualcosa che gli altri non danno. Non partite dal presupposto che i seggiolini omologati R129 siano comunque migliori.

Noi nel 2015 quando Ginevra aveva 9 mesi siamo passati a un seggiolino di gruppo 1/2/3 per massimizzare la nostra spesa. Abbiamo fatto attenzione che fosse compatibile con la nostra auto, che fossero stati fatti test per gli impatti laterali e che avesse il sistema Isofix. Quindi questo seggiolino ci accompagnerà fino a quando Ginevra non peserà 36Kg.
Tra l’altro io ho voluto fortemente quello con il cuscino visto che tutte le volte litigavo con le cinture dell’ovetto e non volevo più averci nulla a che fare (ma quelli sono traumi miei!).
E per tutti quelli che mi chiedono se non sia scomoda o si senta costretta pubblico questa foto!
I bambini si abituano , magari fanno resistenza, capricci, si lamentano… ma poi si abituano e siamo noi genitori a dover fare le scelte che loro non sono in grado di fare!

il nostro seggiolino

Per voi è importante la Sicurezza in auto?
Quali sono le vostre abitudini?
Vi allacciate sempre le cinture?
Mettete i vostri bimbi sui seggiolini?
Fate rispettare le regole anche ai nonni?

Fatemi sapere!

Fonte: * Rapporto Ulisse dell’ISS (19 Luglio 2016)
 ** Ricerca Altroconsumo riportata al convegno «Vai sul Sicuro» di Cercaseggiolini
 *** Dati interni eBay.it

Il più importante dispositivo di sicurezza di un'auto è il conducente. Attenzione e tecnica di guida sono fondamentali. Oggi ho partecipato a un corso di guida sicura organizzato da @ebay_it (guardate la story!) ed ho imparato a controsterzare in caso la macchina sbandi. Un'azione poco istintiva ma che può salvare la vita di tutta la famiglia evitando il testacoda. Tra qualche giorno sul blog vi parlerò di questa esperienza e delle novità legislative riguardanti i seggiolini auto. #drivesafe #thinksafe #sicurezzastradale #cars #auto #alfaromeo #instacar #vehicle #safety #safetyfirts #guidasicura #giulia #alfaromeogiulia #carseat #race #bloggerslife #mammablogger #notonlymom #mommylife #driver #carlover #sicurezzastradale #automotive #sportscar #seggioliniauto #manukiit #bnw #blackandwhite

A post shared by Manuela Cecchetti – Manuki (@manuki16) on

I vostri commenti...