Progetto DIY: Porta Pennelli da tubi per sigari

Durante questo week-end lungo di Pasqua ho sentito la necessità di un Art-Attack!
Era da un po’ che covavo questa idea e non mi ero ancora decisa a metterla in atto…. ma cominciamo dal principio…

Cosa c’entrano i sigari con i pennelli da trucco?!
In linea di massima nulla.. ma spesso le alcune idee vengono così, un po’ per caso….

Quando Fede, mio marito, ha cominciato ad appassionarsi ai sigari (oltre che alla pipa) ho cominciato ad accumulare i tubi che contengono certe tipologie di sigari, detti appunto “sigari in tubo”.

Questi sigari vengono venduti in queste confezioni singole di latta tubolari che sono davvero troppo carine per essere buttate via!

Ho cominciato quindi a metterli da parte (come faccio con tante altre cose….) in attesa di un’ispirazione…

… E un giorno è giunta: sarebbero stati perfetti per i pennelli da trucco!

Il brainstorming è iniziato e l’idea più carina che mi è venuta in mente è stata proprio quella di creare una base che reggesse questo “accrocco di tubi”.

Mi è stato d’aiuto anche il nostro amico Domenico, anche lui appassionato di sigari e prodigo di tubetti!

A questo punto  ho solo atteso il momento giusto per poter mettermi all’opera…

Come piedistallo ho utilizzato una base per lampada da tavolo HEMMA Ikea (costo 3,53€)

Ho tagliato la parte del porta lampadina con il Dremel dotato di lama per metallo e quindi sfilato il cavo elettrico da sotto.

A questo punto ho pulito al meglio tutti i tubi  vuoti dei sigari. Purtroppo le etichette bianche e nere con i messaggi sui danni provocati dal fumo fanno molta fatica a staccarsi e spesso lasciano dei grossi residui di colla.
Ne ho usati di diverse dimensioni ed anche alcuni cappucci dei tubi più grandi (nella foto a destra), che sono corti ma perfetti per alcuni pennelli corti come per esempio il kabuki occhi di Neve.

Dopo averli puliti e asciugati li ho laccati con degli smalti in spray. Consiglio quelli all’acqua ma io ne avevo già a casa anche di tradizionali. Ho utilizzato un nero opaco all’acqua, molto coprente. Un verde bosco ed un rosso rubino.
Purtroppo quelli colorati non si sono rivelati molto coprenti e in alcuni punti si vedono in trasparenza le scritte dei tubetti.

il lavoro di laccatura con le bombolette è meglio farlo all’esterno, anche se si usano quelli all’acqua.
E’ necessario creare una grande superficie di lavoro coperta con carta di giornali. Per non rischiare di macchiare il pavimento sottostante bisogna abbondare perché i fumi della bomboletta portano con loro anche del colore fino a un metro abbondante di distanza dall’area effettiva di spruzzo…

Per smaltarli bene da tutti i lati ho infilato ciascun tubetto su un rametto sul quali poi l’ho anche lasciato per un po’ (foto al centro), finchè non fosse almeno asciutto al tatto.
Quindi ho posato tutti i tubetti su un piano dove li ho lasciati per qualche ora a terminare l’asciugatura (foto a destra).

Ho dipinto di nero opaco uno dei tappi dei portasigaro più piccoli per coprire la parte tagliata dello stelo del piedistallo. Devo ammettere che sia stato un caso fortuito che fosse della grandezza giusta, altrimenti avrei dovuto trovare un’altra soluzione.

Dopodichè con pazienza e tanta colla a caldo ho cominciato ad attaccare i tubi tutt’intorno allo stelo del piedistallo.

Man mano che mi sono allargata ho anche sfalsato i tubi in altezza mettendo i tubi più esterni più in basso rispetto ai primi.
Rifacendolo enfatizzerei sin dal secondo giro questa differenza di altezze, come ho fatto con i tubi più esterni.

Con i tubi che rimangono interni non c’è bisogno di prestare molta attenzione a dove si mette la colla a caldo poiché verranno coperti dagli altri, ma quando si arriva a quelli esterni che rimarranno a vista bisogna prestare più attenzione affinchè la colla non fuoriesca  si veda tra un tubo e l’altro.

La colla a caldo sembra tenere il tutto insieme piuttosto saldamente. Penavo non fosse sufficiente poiché spesso sulle superfici troppo lisce la colla a caldo di stacca facilmente ma devo dire che invece fa una buona presa… tanto che non sono riuscita a staccare un paio di tubetti che avrei voluto spostare!

Lo so che è un po’ difficile replicare questo progetto se non sapete dove recuperare i tubi vuoti dei sigari ma magari fa scattare in qualcuno la scintilla per un’altra idea… 
E’ sempre così con i progetti Fai-da-te, servono anche a stimolare la fantasia!

Come vi sembra?
Vi piace?
Qualcuno di voi può procurarmi altri tubi?! =) Se sì, scrivetemi!
Alla prossima!

43 pensieri su “Progetto DIY: Porta Pennelli da tubi per sigari”

I vostri commenti...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.