Maxi Review: Fondotinta minerali a confronto

Buon lunedì a tutti!
Visto quanto ci ho messo a pubblicare questo articolo il suo sottotitolo dovrebbe essrere “meglio tardi che mai”!!!
Pensavo fosse più semplice da scrivere, invece mi ha impegnato moltissimo… ed è diventato praticamente un romanzo!

Credo però di aver coperto un po’ tutti gli aspetti di questo confronto tra fondi minerali.

Tra l’altro, ve l’ho anche accennato, ho avuto degli sfoghi e a tutt’oggi non sono ancora riuscita a capire totalmente se siano dovuti a qualcosa contenuto in qualche fondo (Boron Nitride) oppure no perchè ho cambiato anche crema viso, provato campioncini… insomma sono mesi che sto dietro a questo articolo cercando di capire e di valutare le differenze fra i vari fondi per trasmettervele.
Alcune differenze sono quasi irrilevanti e poi come al solito c’è una parte di preferenza che avviene in maniera illogica, nonostante le evidenze sperimentali siano a favore o a sfavore di qualcos’altro.

Cercherò di dirvi tutto quello che mi passa per la testa così potrete anche voi farvi un’idea di come io sia arrivata a scegliere i miei preferiti ed a scartare invece altri prodotti.

Forse qualcuno rimarrà deluso non trovando nulla di Neve e Minerale Puro, per questo vi racconto un po’ la mia storia con il fondo minerale… Ovviamente tutto nacque dal Forum di Lola!

Il mio primo fondo minerale è stato di Truccominerale.it (oggi Neve) … una vita fa! Non mi sono sentita di metterlo nel confronto poichè probabilmente da allora hanno cambiato formulazione. Dopo questo marchio ho acquistto il Kit Bare Minerals da Sephora, ma anche grazie all’orrifico pennello non ho apprezzato molto…
in seguito ho trovato LilyLolo da cui ho comprato un mare di roba e dopo varie prove ho preso il fondo nella confezione intera! Mi è durato più di un anno e mezzo!
Quando ho visto finalmente il fondo ho voluto provare qualcosa di più coprente e ho provato Buff’d e dopo alcune prove con le colorazioni ho comprato anche qui confezioni intere sia della formulazione Original che di quella Light.
Capirete che non finiranno mai! =)
La curiosità però non mi manca e ho sperimentato anche con i sample di Meow, Tanf, Chrimalux e da brava testona ho voluto provare anche quello di Sephora che ho trovato in sconto.
Quando è nato Minerale Puro ero già piena di fondi e mi è parso di capire che non fosse molto coprente quindi non ho provato nulla e idem quando Neve ha cambiato formulazioni.

Ora che finalmente sapete che sono una semi-maniaca del fondo minerale passiamo al confronto!
Come prima cosa vi voglio mostrare la tabella che ho compilato durante le varie prove e poi scenderò nel particolare per ogni marchio.
Considerate che 1 significa “per nulla” e 5 “molto”, in ciascuna categoria.
I prezzi sono per la confezione intera ma tutti i brand (tranne Bare Minerals e Sephora) offrono la possibilità di acquistare dei sample di prodotto per provarlo e trovare il colore giusto.
Alcuni Brand offrono anche confezioni di grandezze diverse oppure la possibilità di acquistare il refill senza jar (molto utile con le spedizioni da oltreoceano).

 

Marca Formulazione Coprenza Luminosità Durata Finish Prezzo/Q.tà Colore
Buff’d Light 3 3 4 Mat-luminoso 20$/15gr in jar
16$/10gr refill
Beige Medium Light
Original 4 2 4 Mat 20$/15gr in jar
16$/10gr refill
Beige Medium Light
Concealing 5 1 4 Mat-farinoso 20$/15gr in jar
16$/10gr refill
Beige Medium Light
LilyLolo 2 3 3 Mat-luminoso 12,49£/XXgr in jar In the Buff
Meow Flawless Feline 3 4 4 Mat-molto luminoso 27,95$/22-30gr vari
TANF 3 4 4 Mat-molto luminoso 17,95$/10gr in jar
12,45$/10gr refill
vari
Chrimalux Minerals* Opaque Plus 3,5 2 3 Mat 11,95€/7gr n.04 Caramel
Micafrei 3,5 2 3 Mat 11,95€/7gr n.04 Caramel
Bare Minerals Original 2 5 3 Sheer molto luminoso 26,50€/6gr Light
Sephora mineral 2 3 1 Mat luminoso 17€/3,2gr Light 15
Lumiere* Cashmere 2 3,5 3 Mat-molto luminoso 18$/12gr  Light Medium Beige

Buff’d

Buff’d è un brand Canadese forse non proprio conosciutissimo. Ho ordinato più volte sample e bustine refill ed è sempre arrivato tutto senza nessun problema di dogana.
Non ho fatto mistero sulle pagine di questo blog che questo brand sia uno dei miei preferiti in fatto di Fondi Minerali.
Trovo che sia un’ottimo compromesso tra resa e coprenza.
Si fonde bene con la pelle e già nella formulazione Light è già più coprente di altri fondi (esempio LilyLolo e BareMinerals). Appena un po’ meno luminoso però rispetto a Meow e The All Natural Face.
Spesso utilizzo contemporaneamente sia la formulazione Light che la Original sul viso mettendo il prodotto più coprente solo sulla parte con le imperfezioni.
Con la formulazione Original per il 90% delle volte non utilizzo nemmeno il correttore sulle sui brufoletti e se devo correggere qualcosa lo faccio localmente con la formulazione Concealing.
Quest’ultima formulazione infatti è più difficile da stendere su tutto il viso intero poichè rimane più farinosa ma è ottima per correggere localmente grazie alla sua adesività.
In generale per i fondi minerali vale la regola più coprente è la formulazione più perde luminosità il prodotto.
Una sola cosa da tenere presente della formulazione Concealing è che tende ad essere un pelo più scura delle altre due formulazioni quindi consiglio di prendere una tonalità più chiara.
Di questo brand ho comprato le buste Refill da 10 gr. e le ho messe in Jar vuote (Come noterete la formulazione Light ha spodestato il fondo LilyLolo dalla sua jar!)
Le altre jar vuote le ho acquistate su ebay.
La mia colorazione: Beige Medium Light (anche se è appena un pochino scuro forse ma una volta steso sul viso non si nota nessuno stacco di colore)
Questi fondi hanno anche una buona durata sulla mia pelle (mista con zone secche).
Ha anche una buona resa sulla zona perioculare e degli zigomi dove non sottolinea troppo le linee di espessione.
In generale purtroppo questo è un probelma comune a tutti i fondi minerali, chi più chi meno.
Questo è uno dei miei fondi preferiti forse anche per la sorpresa che ho avuto nel trovarli così coprente.


Inci:
original: titanium dioxide, zinc oxide, mica, iron oxides, ultramarines
light: mica, titanium dioxide, zinc oxide, iron oxides, ultramarines
concealing:  titanium dioxide, zinc oxide, iron oxides, kaolin clay, mica, ultramarines
Se può interessarvi fino a fine luglio ci sono i saldi Estivi sul sito Buff’d.


 

LilyLolo

LilyLolo è Brand inglese da anni leader nella produzione di Maekup Minerale. Ordinando da questo sito non si hanno problemi di Dogana.
Questo fondo l’ho usato tantissimo e mi sono trovata piuttosto bene ma quello che non mi ha soddisfatta a pieno è la coprenza, che definirei medio-bassa. Basta per i rossori ma non per brufoletti e imperfezioni più importanti che vanno coperti con un correttore. Il probelma è che io non mi trovo molto bene con i correttori minerali e quindi non avevo mai la mia copertura perfetta.
Ha un finish mat, ma comunque sheer.
Si fonde bene con l’incarnato ed ha anche una durata sufficiente. Meglio se fissato con un po’ di cipria sulla zona T.
Colorazione: In The Buff.
Inci:
Mica (CI77019), Zinc Oxide (CI77497) May Contain: Titanium Dioxide (CI77891), Iron Oxides (CI77491, CI77492, CI77499)

Meow

Meow è un brand americano famoso per le sue incredibili colorazioni di pigmenti minerali.
Questo Fondotinta l’ho scoperto grazie a Helena is Red e mi sono decisa a comprarlo grazie a Federica di Ecobiopinioni.
La formulazione che ho acquistato è Flawless Feline ed è la più coprente delle tre offerte da Meow.
Tra le colorazioni provate ho individuato quelle che più mi si addicono: Chartreoux (certosino) che ha un sottotono pesca giallo nelle Nuance Frisky e Sleek  mischiate oppure Korat nella nuance Frisky.

 

Però non sono molto convinta. Le altre che ho preso sono o troppo gialle o troppo rosate.
Io ho un sottotono neutro con una punta di giallo e solitamente i beige mi vanno bene, ma forse di questa marca dovrei provare anche Siamese che è proprio neutro puro.
Tutti questi colori possono creare confusione ad un primo impatto ed è possibile che ci sia la necessità di ordinare più volte i campioni.
Questo fondotinta si fonde molto bene con la pelle ed ha una buona durata
Un’altra cosa importante da notare è che nell’inci di questo fondo troviamo il Boron Nitride.
Questo elemento in alte percentuali può creare irritazioni alla pelle, va da sé che chi è sensibile troverà questo fondo irritante.
Il suo bollino rosso nel Biodizionario è piuttosto controverso quindi vi lascio un link ad un articolo riguardante il Boron Nitride, dal forum di Lola
Io alla fine delle mie prove non ho ancora capito se è questo ingrediente che ha agevolato lo sfogo di qualche mese fa ed è anche possibile che sia stato una commistione di fattori.
 
Una cosa che apprezzo di questo fondo è che riesco anche a utilizzarlo insieme a Buff’d original se ho delle aree più problematiche poichè sulla pelle le differenze di colore non sono sostanziali.
Direi quindi che questo fondo è, come resa, uno dei miei favoriti proprio per la luminosità che dona al viso anche se non amo molto dovermi districare tra le mille mila colorazioni senza aver trovato ancora quella giusta.
 
Le altre formulazioni di fondi Meow non contengono Boron Nitride quindi se sapete di essere sensibili a questo ingrediente potete scegliere gli altri che hanno coprenze un po’ inferiori.
C’è anche una formulazione per le pelle sensibili alle miche.

 

Inci Flawless Feline: Mica, Zinc Oxide, Titanium Dioxide, Boron Nitride, Iron Oxides

 

The All Natural Face

Famosissimo brand americano di makeup Minerale TANF sforna anche lui una numerosissima gamma di colorazioni.
Senza nulla togliere a questo marchio conosciutissimo spenderò per lui solo poche parole poichè a mio parere le osservazioni fatte per Meow valgono anche per questo fondo.
Con la colorazione questa volta sono stata più fortunata poichè sia Almond Goddess che True Beige sono due ottimi match e posso usare tranquillamente anche Beige medium warm.
Molto bella anche in questo caso la luminosità del prodotto, e la coprenza è media. In caso di brufoletti o imperfezioni importanti serve comunque un correttore.
Per le stesse motivazioni che ho addotto per Meow anche questo fondo però prende posto tra i miei preferiti.
Attenziona alle pelli sensibili poichè anche TANF contiene Boron Nitride.

INCI: Mica, Titanium Dioxide, Zinc Oxide, Boron Nitride, Oxides

 

Chrimalux Minerals

Questo brand Tedesco mediamente conosciuto Chrimalux è molto generoso nei rapporti con le blogger, o per lo meno lo è stato perchè i campioni mi sono stati inviati tempo fa.
Ordinando dal sito, di cui esiste una versione inglese, non si hanno problemi con la dogana.
Ho potuto provare due delle formulazioni di questo marchio Opaque Plus e Micafrei per le pelli sensibili alle miche.
La colorazione la  04 Caramel che è leggermente scura per me. Il finish è totalmente mat ma si uniforma bene con la pelle.
In sostanza questi due fondi hanno una resa molto simile. Un’ottima coprenza e poca luminosità per la scarsa presenza (o totale assenza) di miche.
Ho notato però che a differenza di Buff’d, TANF e Meow, pecca un pochino nella durata ma si comporta molto meglio con un velo di cipria sulla zona T.
In sostanza non ne sono assolutamente entusiasta ma rimane comunque un prodotto valido.INCI:
opaqueplus: Titanium Dioxide, Zinc Oxide, Mica, ±CI 77491, CI 77492, CI 77499, CI 77007
micafrei: Titanium Dioxide, Zinc Oxide, ±CI 77491, CI 77492, CI 77499, CI 77007

 

BareMinerals Original

BareMinerals è un conosciutissimo marchio americano venduto in Italia da Sephora e QVC.
Ho preso il “Get Started Kit” con tanto entusiasmo ma forse senza leggere attentamente le review!
Innanztitutto il pennello Flawless compreso nel Kit ha le setole un po’ pungenti in cavallino e martora. Recentemente sono venuta a sapere da un MakUp Artist di BareMinerals, che è studiato apposta per essere utilizzato con i prodotti BareMineral e per scaldare le polveri. Sembra non si ottiene lo stesso risultato con un pennello sintetico (tipo kabuki).
Di questa cosa non sono poi così convinta ed il pennello Flawless è comunque piuttosto fastidioso da usare purtroppo.
La coprenza è veramente bassa e già qui non mi trovo bene. Riesce a coprire giusto i rossori più diffusi.
Ha però una bella luminosità sul viso grazie alle particelle perlescenti e sottolinea quindi di meno le linee d’espressione sul viso.
Credo semplicemente che il target di questo fondo sia una donna dalla pelle magari matura con qualche rossore da attenuare, ma soprattutto senza imperfezioni importanti.
Infatti recentemente è nata la formulazione Mat il cui target è più giovane e con pelle grassa e probelmatica.
Purtroppo però non ho mai provato quest’ultimo prodotto e non so che tipo di coprenza e resa abbia.
Una curiosità su questo prodotto è che è l’unico fondo che ho trovatoche ha nell’Inci il
Bismuth Oxychloride che sembra essere proprio quello che dona la perlescenza ai fondi BareMinerals.
Sembra che a qualcuno questo ingrediente dia irritazione e prurito. A me non è successo.
Inci: Titanium Dioxide 12.6%, Zinc Oxide 21%, Bismuth Oxychloride, Mica, Iron Oxides, Zinc Oxide.

Sephora Mineral

Ho comprato questo fondo di Sephora Mineral in sconto poichè volevo capire se la sua formulazione con oli ed estratti di piante mi avrebbe aiutata a non sottolineare i segni d’espressione.
Al momento dell’applicazione questo fondo è bello, ha una coprenza leggera ma si fonde bene ed ha un discreta luminosità.
Se si vuole mantenere questo risultato per qualche ora NON bisogna insistere sulle zone problematiche poichè questo fondo  NON sembra proprio essere modulabile! Infatti sulle zone più oleose  e dove se n’è messo un po’ di più, dopo qualche ora  sembra che si “separi” dalla pelle e la durata sulla zona  T è molto scarsa.
L’unico modo per avere una durata appena sufficiente è metterne pochissimo e usare la cipria sulla zona T.
In conclusione questo fondo non fa per me.
Su una pelle mista che ha una sua seppur minima produzione di sebo e/o sudore durante la giornata non mi soddisfa per nulla perchè dura davvero poco.
Devo dire che non ricordo però se in inverno avviene la stessa cosa. Mi riprometto di fare un nuovo test e integrare magari questo post.
Contenendo oli e estratti di piante e fiori ha bisogno anche un un preservante e un antiossidante, per questo motivo troviamo il Sodium Dehydroacetate come conservante nell’INCI.
Colorazione: Light 15
INCI: Mica, Vitis Vinifera (Grape) Seed Oil, Persea Gratissima (Avocado) Oil, Sodium Dehydroacetate, Lonicera Caprifolium (Honeysuckle) Flower Extract, Aqua (Water), Lonicera Japonica (Honeysuckle) Flower Extract, Ascorbyl Palmitate, Tocopherol, Retinyl Palmitate, Butyrospermum Parkii (Shea Butter), Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Anthemis Nobilis Flower Extract, +/-: CI 77163 (Bismuth Oxychloride), CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 77492 (Iron Oxides), CI 77499 (Iron Oxides), CI 77007 (Ultramarines).

 

Lumiere Cosmetics

Tempo fa ho scritto una review su questo fondotinta Lumiere Cosmetics. La formulazione Cashmere che ho potuto provare è quella ideale per tutti i tipi di pelle con una coprenza medio-bassa. Come già dissi nella review è molto simile a LilyLolo anche se forse più luminoso grazie forse alla presenza di polvere di seta. Si fonde bene ma non copre le imperfezioni più grosse.

Vi è la possibilità di scegliere tra diverse formulazioni adatta ai vari tipi di pelle e con diversi livelli di coprenza.
La durata è sufficiente e migliora con un velo di cipria sulla zona T.

Colorazione Light Medium Beige
Anche questo fondo contiene Boron Nitride quindi attenzione a chi ha la pelle sensibile.

INCI: Formulazione Cashmere: real silk powder, serecite (colorless mica), titanium dioxide, zinc oxide, boron nitride, iron oxides

Infine vi faccio vedere con quali pennelli a attrezzi vari mi piace applicare i fondi minerali.
Prediligo in questo periodo i Flatbuki con il pelo corto, tipo quello di Sigma (F80) e quello di Elf. Ma anche quello di Sephora dalla punta tondeggiante mi piace molto.
In questo modo la coprenza è massima.
Migliora ulteriormente spruzzando sul pennello acqua termale o un idrolato.

Il classico Kabuki  è ottimo ma la resa è leggermente più sheer che con il Flat Top con setole corte. Il kabuki di Elf invece è proprio inadatto a mio avviso perchè è poco denso e lo preferisco per le ciprie. Qui sotto vedete i Kabuki LilyLolo e Neve (praticamente uguali) ed Elf.

 

 

Infine ho acquistato ultimamente la Beauty Blender e ancora la sto testando sia con il minerale che con il liquido. Trovo che doni un risultato molto naturale anche se a mio avviso meno coprente rispetto al Flatbuki.
Altre dritte per l’applicazione le potete trovare nell’interessante articolo di Federica di Ecobiopinioni: Mineral makeup Foundation: How To

Ultima considerazione: Nessuno vieta di mischiare sia polveri che metodi di stesura, quindi secondo me potete raggiungere la vostra base ideale con più prodotti, a patto che siano almeno simili nel colore, e non troppo diversi nel Finish!
Come ho già detto infatti io amo usare TANF, Meow o Buff’d Light su tutto il viso con il Flatbuki o la Beauty Blender e poi passare con Buff’d original sulle zone con più imperfezioni, che sono solitamente fronte e mascella (… ahhh che odio gli ormoni!!).
Non abbiate paura di sperimentare per trovare il vostro metodo ottimale!

Mi sembra di avervi detto tutto…
Se avete idee, domande o curiosità lasciatele nei commenti e integrerò eventualmente l’articolo.
Alla prossima!

Disclaimer: I prodotti segnati con l’asterisco * mi è sono stati inviati a scopo valutativo. Ringrazio l’azienda per questa opportunità.
Nessuna condizione è stata posta per l’invio dei prodotti e la recensione rispecchia il mio reale giudizio.

41 pensieri su “Maxi Review: Fondotinta minerali a confronto”

I vostri commenti...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.